Home » Nazionale

Perchè non fare l’Alleanza dei socialisti e dei democratici anche in Italia?

13 Giugno 2009 1.423 views 2 CommentsStampa questo articolo Stampa questo articolo

In politica i socialisti italiani devono essere realisti e coerenti. Realisti, e pensare che i reduci del vecchio Psi non sono riusciti e non riusciranno a rilanciare una forza socialista in Italia. Dopo quindici anni di tentativi è inutile continuare a illudersi e a illudere. Il bilancio deve essere onesto. Nè a sinistra, nè tanto meno a destra, è rinato il Psi o una forza che dal Psi ha preso piede. I tentativi sono stati tanti e le collocazioni anche opposte. Niente da fare. Qualcuno potrà ritenere che sia stata colpa dei diversi gruppi dirigenti che si sono alternati alla guida dei diversi partiti della diaspora. E può esserci del vero. La verità, però, è che quando ci siamo riuniti sollecitati dai nostri critici, interni ed esterni, abbiamo subito una desolante sconfitta. Ma non penso che questo sia un elemento fondamentale. E non solo perchè non c’è una prova contraria (potevamo avere dirigenti diversi e non riunificarci e quale sarebbe stato il risultato?), ma anche perchè l’operazione di rilanciare i vecchi partiti non è riuscita a nessuno. C’è forse in Italia la Dc, c’è forse il Pci? Si può dire che ci sono ex democristiani e che ci sono ex comunisti in abbondanza. Ma anche ex socialisti sono in prima fila, e proprio perchè non hanno tentato di rilanciare il Psi. Questi ultimi sono presenti, ma con altre identità, è inutile negarlo, più nel centro destra che nel centro sinstra. Le ultime elezioni amministrative hanno oltretutto messo in rilievo che il già basso consenso dello Sdi, dopo la Costituente, si è quasi dimezzato ovunque. E’ giusto cercare un’altra strada. Anzi l’unica strada, per essere coerenti. Noi vogliamo essere interpreti del socialismo europeo, oltre che di quello italiano, o meglio del confronto che già s’è aperto nella sinistra europea per affrontare la sua crisi?  E allora rilanciamo in Italia ciò che i socialisti europei hanno già creato in  Europa. E cioè l’Alleanza dei socialisti e dei democratici. Un’intesa che si può contrarre (forse un partito, forse una federazione, forse solo un’alleanza) tra coloro che sono parte del socialismo europeo (penso a noi, a Sd, forse a Vendola, se ci sta) e i democratici italiani. I quali ultimi non devono pensare al Pd come al contenitore esclusivo di chi non è più, o non è ancora, socialista europeo, oppure come centro propulsore di una forza di tutti coloro che stanno indistintamente alla sua sinistra, come s’è scritto. Ma dovrebbero, se vogliono essere coerenti con quanto avvenuto al Parlamento europeo, lanciare il progetto della costruzione di un “soggetto” tra socialisti, intesi in senso largo, e democratici. A me pare l’unica via di uscita. Ne potremmo parlare senza inibizioni?

2 Comments »

  • DEL BUE: Perchè non fare l’Alleanza dei socialisti e dei democratici anche in Italia? | Prima La Politica said:
  • fabio ruta said:

    Condivido in buona misura l’intervento di Mauro del Bue. Se al posto del PSE ci sarà l’ASDE spero che i socialisti contribuiscano a crearne la “sezione italiana” in concorso con tutte le forze che vi afferiranno. Perdersi in un mini-partitino che verrebbe collocato nella area della cosiddetta “sinistra radicale” rischierebbe di snaturarne l’identità riformista ed il profilo liberale. Ritengo però che nel passaggio dall’attuale PD alla sezione italica dell’ASDE debbano necessariamente essere risolti nodi importanti: ad esempio una scelta di campo precisa e non indifferibile rispetto alla difesa della laicità dello Stato e dei diritti civili. Nella sezione italica dell’ASDE vedrei bene una presenza – oltre che nostra e di SD – anche di una componente ecologista e dei radicali (che per primi hanno parlato della esigenza di un Partito Democratico in Italia). Non metterei mano al fazzoletto per qasciugarmi le lacrime se invece nella futuribile sezione italica dell’ASDE non ci fossero teodem et similia, che in qualsiasi paese europeo non sarebbero nel fronte progressista.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.