Home » Nazionale

In Inghilterra giocano a calcio e noi mangiamo panettoni

26 Dicembre 2009 1.329 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Questa sosta natalizia del calcio italiano l’ho sempre ritenuta un non senso. In tutta Eurpoa, e soprattutto in Inghilterra, le vacanze impongono più e non meno spettacoli. Solo in Italia si ferma per tre settimane lo sport più popolare. Il calcio è obbligato a mangiare panettoni. Non si fermano affatto gli altri spettacoli: il teatro, il cinema, la musica. Diritti di stare coi propri cari non ne hanno gli attori e i musicisti? E che dire dei pallavolisti che giocano anche domani? I calciatori sono quelli che guadagnano di più. E dovrebbero avere dunque anche maggiori doveri. Invece paradossalmente ne hanno di meno. Vacanze a giugno e in parte a luglio, vacanze per Natale e Capodanno. A Pasqua non si può giocare e si anticipa al sabato. Poi, adesso, qualcuno si pone anche il problema se di notte i nostri eroi possano calciare un pallone quando fa troppo freddo o due seggiolini di tribuna sono ghiaccciati. C’entra la Chiesa cattolica in tutto questo? Può anche essere. Ma almeno la Federazione e le Leghe siano laiche. Non devono neppure sottostare a un Concordato. Resta il fatto che quest’oggi ci godremo su Skay il calcio inglese e le sfide di Mancini e di Ancelotti. Ma non sono italiani anche loro? E perchè anche loro non devono essere obbligati a mangiare panettoni?

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.