Home » Reggio Emilia

L’assessore in tre pezzi (da Il Giornale di Reggio)

30 ottobre 2010 815 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Lanna, che colpo…

Si sapeva che prima o poi sarebbe arrivato. Troppo forte la tentazione della Reggiana di averlo, troppo forte la sua voglia di vestire il granata. Ma Salvatore Lanna appare proprio un grande colpo e il vulcanico presidente Aramis Barilli non se l’è lasciato sfuggire, perchè, dice lui, a questo punto vogliamo la B. Al bando le idee di ridimensionamento e di salvezza vaticinate. Barilli punta in alto e così Porthos Campani e Athos Villirillo. Lanna non è Paramatti, signori tifosi granata che vedete sempre il bicchiere mezzo vuoto. Tanto diffidenti e disincantati che quando arrivò Dante Crippa voi dicevate: “Se viene a Reggio vuol dire che è finito”. Lanna non arriva privo di stimoli e in decadenza fisica. Ha giocato 33 partite in serie A e il suo allenatore Colomba avrebbe fatto il diavolo a quattro per confermarlo. Si è allenato fino a ieri col Carpi ed è in perfette condizioni atletiche, tanto che oggi ad Alessandria giocherà. Un sinistro basso, che può giocare centrale. Un grande colpo. Una prima barillata.

San Prospero granata

E Barilli adesso vuol colorare di granata anche il santo protettore di Reggio. Così il 24 novembre, giorno di festa solo qui, la Reggiana sta pensando di allestire uno stand probabilmente situato in Corso Garibaldi per vendere tutti i prodotti della magica Regia (foto, distintivi, magliette, cuscini, stendardi, gadget vari) e i giocatori saranno lì a far bella mostra con Barilli e soci. E ci saranno anche i ragazzi delle squadre giovanili e naturalmente i tifosi. San Prospero granata. Adesso, con un santo tifoso, la B non ci può proprio sfuggire. E con la B il Paradiso e la vita eterna…

Perché col Verona in 6mila e con la Cremonese in 4mila?

 Una ragione c’è. Con il Verona i paganti erano circa 2.200. più 1.157 abbonati. Ma c’erano 2.500 ragazzi (erano stimati spannometricamente perchè potevano entrare senza alcun invito scritto). E per di più potevano passare i ragazzi fino a 18 anni (mentre con la Cremonese il limite era di 16 anni). I paganti con la Cremonese erano poco più di 1.900 (più i 1.157 abbonati), ma i tifosi del Verona erano circa 650 e quelli della Cremonese  150, non di più. Quindi la somma tra paganti e abbonati solo reggiani non solo non è diminuita, ma è leggermente aumentata. Sono mancati 2mila ragazzi (perché con la Cremonese i ragazzi entrati gratuitamente erano solo 550). Potevano però entrare solo quelli che arrivavano fino a 16 anni e dovevano presentare un biglietto di invito. La differenza sta solo qui. Continuare, dunque, seguendo la famosa massima: “Se Maometto non va alla montagna , ci va… Barilli”.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.