Home » Nazionale

Perde Berlusconi, non vince Bersani

16 Maggio 2011 1.349 views One CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Clamoroso il tonfo della Moratti e il risultato di Pisapia a Milano, che il Partito democratico ha però proposto dopo  primarie nelle quali è stato sconfitto il suo candidato ufficiale. Clamorosa l’avanzata dei grillini a Bologna che costringe Merola al ballottaggio, clamoroso anche il successo di De Magistris a Napoli che supera il candidato del centro sinistra. Si salva solo Fassino che vince al primo turno a Torino. Questo orientamento dell’elettorato rivela insomma la crisi acuta, forse definitiva, del berlusconismo proprio nella città che lo ha visto nascere, ma non registra nel contempo la vittoria del centro-sinistra tradizionale. Anzi, viene spostato il tiro su frange estreme (De Magistris e Grillo). In particolare il fenomeno di Grillo attinge una quantità di consensi soprattutto a Bologna (era già successo in occasione delle regionali dello scorso anno in Emilia-Romagna). Vi è, nella nostra regione, una larga parte, di giovani soprattutto, che non si riconoscono più nella politica tradizionale, e questo anche alla luce di fenomeni di emarginazione e di disgregazione che in Emilia-Romagna si sentono più che altrove, e che si manifestano a fronte di governi della città e delle province che non vengono ritenuti adeguati. Qui la sfiducia verso i governi locali di centro-sinistra, come due anni orsono alle comunali si è incanalata verso la Lega, alle regionali dello scorso anno e alle comunali di Bologna di quest’anno si volge in larga misura su Grillo. E’ evidente che più che fare i conti con l’espressione politica obiettivamente senza progetto, e anche assai preoccupante per come si manifesta, del grillismo, accorra fare i conti coi temi da cui è sorta questa tendenza confusa ed estrema, ma anche capace di attingere un largo consenso.

One Comment »

  • Ronald said:

    “E’ evidente che più che fare i conti con l’espressione politica obiettivamente senza progetto, e anche assai preoccupante per come si manifesta, del grillismo, accorra fare i conti coi temi da cui è sorta questa tendenza confusa ed estrema, ma anche capace di attingere un largo consenso.”

    1) Senza progetto non direi proprio, potete tranquillamente andare sul sito del movimento per leggere qual’è il progetto.

    2) Parla di cose attuali e di interesse dei cittadini comuni molto di più il movimento che non Voi, forse è per questo che la gente ha cominciato a votare il movimento.

    3) Il movimento non sembra affatto una soluzione estrema, ma una soluzione logica di fronte all’assoluto nulla che i cittadini vedono degli altri, di tutti i partiti.

    4) Da tempo Voi non rappresentate più i cittadini dei quali dovreste essere i portavoce, rappresentate solo Voi stessi e le poltrone che Vi sorreggono.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.