Home » Reggio Emilia

Che fine farà l’archivio Camellini?

15 luglio 2011 991 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Bruno era personaggio insostituibile. Aveva dedicato l’ultima parte della sua vita a rintracciare foto di Reggio e di reggiani, di calciatori, di sportivi, di famiglie, di personaggi storici, e ne aveva catalogate decine di migliaia con una pazienza certosina. Aveva anche aperto un ufficio-negozio di fianco a casa sua (ove ancora è situato l’affresco di Antonio Fontanesi). E poi gelosamnte depositate in banca, diceva lui. Era aiutato nell’impresa da due donne premurose e gelose di lui e di tutto il suo materiale. Con me Camellini aveva collaborato alla storia della Reggiana, che senza il suo archivio sarebbe stato quasi impossbile. Catalogava di tutto, perchè aveva in mente di pubblicare mastodontiche storie dello sport o delle famiglie reggiane, o d’altro ancora, che mai però riuscì pubblicare. Adesso che Bruno non c’è più (recentemente aveva anche perso la moglie) e poichè non ha mai avuto figli, l’interrogativo sorge spontaneo. Che fine farà questo prezioso archivio, certo comp0sto anche di foto di proprietà di famiglie reggiane e di altre fotocopiate, ma che risulta tuttavia un singolare e inimitabile ritratto della storia della notsra città e della nostra provincia? Credo che la biblioteca comunale e l’amministrazione comunale e provinciale  nel suo complesso dovrebbero occuparsi della cosa. Reggio non  può perdere questa occasione.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.