Home » Reggio Emilia

L’assessore in tre pezzi (Il Giornale di Reggio, 30 ottobre 2011)

31 ottobre 2011 735 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Prima Reggiana-Pisa

Noi andiamo allo stadio come i fedeli vanno alla santa messa. Perchè è un dovere. Raramente quest’anno è stato anche un piacere. Le notturne sono, chissà perché, sempre a noi avverse (ricordo un Napoli-Reggiana, poi un Reggiana-Pisa, ancora un Reggiana-Bassano, una Spal-Reggiana e quest’anno un Reggiana-Pro Vercelli). E nel derby coi mezzi cugini carpigiani abbiamo subito un’umiliazione. La Reggiana è quella di Foggia o quella col Carpi? Al Pisa l’ardua risposta. Con un commento mio. A Foggia la squadra ha giocato bene perchè è passata in vantaggio e si è difesa potendo ripartire, col Carpi (ed è avvenuto altre volte) è passata in svantaggio e ha dovuto scoprirsi per recuperare e ha fatto fatica. Domanda. Ma dopo il pareggio non era il caso di tirare i remi in barca anzichè scoprirci ancora? Questo è il limite grave di questa squadra. Non sa chi è. Pensa di essere da vertice e invece è da mezza classifica. E così rischi, per via della presunzione, di arrivare ancora più in basso. Pericolosamente.

Poi tutti da Tallarita

Chi invece sa chi è, e cioè un fenomeno, è l’ingegnere Antonio Tallarita, siciliano d’origine, reggiano d’adozione, dirigente della Lombardini motori. Sposato con una donna che lo accetta, lo sostiene e gli fa da manager. Dopo avere vinto la Torino-Roma (740 chilometri di corsa) adesso si appresta a battere il primato dei 1.000 chilometri in sette giorni (100 al giorno) al circuito Cimurri. Appuntamento a domani sera, allora, dalle 19 e alle 20 per accogliere questo formidabile atleta, figlio nostro, che per dieci giorni col suo procedere smilzo, curvilineo su gambe pelose e nerborute, gira come una trottola al circuito dedicato al grande sportivo reggiano. Coi Cooperatori ciclisti (la loro sede è stata lì edificata e inaugurata da pochi mesi) a fargli da chiocciola, il pres. Valentino Jotti in primis. E con un gruppo di fedeli che lo ha seguito a tratti, compresa una donna che ha battuto il record di corsa con la palla (ha palleggiato decine di migliaia di volte al giorno correndo e parlando da sola) e con un ex militare che ha corso una maratona al giorno così per sentirsi un po’ su, e un’altra donnina che invece ne ha fatti cento il primo giorno e poi solo 42 gli altri giorni perchè era un po’ stanchina. E magari con dietro uno che pensava di essere Gesù e un altro che aspettava da Tallarita un messaggio salvifico come in Forrest Gump….

Da Barilli a Iaquinta?

Lui, dico Barilli, mi dice che è una bufala. Ma anche se ci fosse una qualche parvenza di verità credo che non me lo confesserebbe. A ragione. Però stè  trattative che iniziano sui giornali e non con i diretti interessati, mi puzzano alquanto. E poi anche la storia dello stadio. Ma se un signore è interessato allo stadio venga da me e dal curatore fallimentare. Ma si sa di cosa si sta parlando? Ho il dubbio che sia l’ennesima inutile boutade. Ha fatto bene il Giornale a darle spazio. Ma dal dire al fare c’è di mezzo… il denaro. E non è poco. Specie di questi tempi.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.