Home » Reggio Emilia

Reggio sempre più verde. Nuovi strumenti e i dati di gradimento dei reggiani

20 dicembre 2013 635 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Continua l’impegno del Comune di Reggio nei confronti dell’ambiente, per rendere la nostra città sempre più verde e mettere a disposizione dei cittadini spazi naturali pienamente fruibili e di qualità dove trascorrere il tempo libero. Su questo si è svolta ieri una conferenza stampa alla presenza dell’assessore Mauro Del Bue che ha illustrato i dati, con il supporto del dirigente Laura Montanari e dei funzionari Ferretti e Santangelo. Dopo la recente candidatura di Reggio a “Capitale europea del verde 2016”, unica città italiana a tentare di conquistare il prestigioso titolo, il Comune rinnova i suoi strumenti di lavoro per la promozione e manutenzione del verde, grazie all’utilizzo di nuove tecnologie che permettono una gestione più efficiente e collegiale del patrimonio ambientale e agevolano i cittadini nella ricerca degli spazi e dei servizi legati al verde. Anche nel campo della cura e fruizione del verde pubblico diventa infatti sempre più importante sfruttare le opportunità offerte dalle nuove tecnologie, così da migliorare la gestione di un patrimonio verde che nel Comune di Reggio Emilia, grazie agli interventi degli ultimi anni, ha raggiunto la quota di 9.500.000 metri quadrati, di cui 4.500.000 attrezzati. L’ampliamento della dotazione di verde nei quartieri e la sua messa a sistema grazie anche alla creazione della Cintura verde attorno alla città (più di 5.000 ettari, di cui 1.107 oggetto di importanti interventi di riqualificazione tra parchi del Crostolo, del Rodano e del Modolena) hanno infatti reso necessario l’aggiornamento e l’innovazione degli strumenti di lavoro.

LE APPLICAZIONI – Il Comune si è quindi dotato di un software per il censimento del verde che permetterà interventi puntali sull’esistente e ha sviluppato due applicazioni per smartphone dedicate ai parchi e agli alberi della città. Il Comune si è infatti dotato di uno strumento informatico chiamato “Geo Data Ware House Verde” (GDWHV), ovvero di una banca dati che raccoglie, in forma georeferenziata, i dati relativi alle aree verdi comunali, come ad esempio le superfici verdi, le aree attrezzate, le dotazione del verde….  I dati raccolti costituiscono la base per un monitoraggio sempre aggiornato e aggiornabile del verde pubblico, utile per migliorare la programmazione, il controllo e la gestione delle stesse aree. Da questa banca dati è inoltre nata la nuova applicazione web “parchi” (disponibile all’indirizzo www.comune.re.it/parchi) che consente ai cittadini di cercare in ogni momento i parchi più vicini, visualizzandone servizi, dotazioni e i percorsi utili per raggiungerli.

Dedicata agli addetti del settore è invece l’applicazione web “alberi” che, sempre partendo dalla Geo Data Ware House Verde, consente l’aggiornamento costante del monitoraggio degli alberi presenti sul territorio comunale (posizione, specie, dimensioni, stato vegetativo). Tecnici del verde, guardie ecologiche volontarie ed esperti di botanica potranno censire e segnalare su un’unica piattaforma eventuali problematiche relative alle condizioni degli alberi e facilitare così il servizio comunale di manutenzione del verde nelle sue attività di controllo e programmazione di interventi.

LA REVISIONE DEL REGOLAMENTO DEL VERDE – Il Comune ha inoltre rivisto e aggiornato il proprio “Regolamento del verde pubblico e privato” per rafforzare la tutela e la corretta gestione del verde, ridefinendo alcune modalità di comportamento e le misure di rispetto per il patrimonio arboreo. In stretta collaborazione con la Consulta verde, è stato introdotto il principio della “compensazione ambientale” per gli abbattimenti autorizzati (per cui ogni albero che viene eliminato deve essere in qualche modo sostituito da nuove piantumazioni), sono state riviste le sanzioni, le Guardie ecologiche di Legambiente e le Guardie giurate di Pro Natura sono state inserite tra gli agenti accertatori ufficiali ed è stato incrementato il coordinamento tra i diversi servizi comunali coinvolti nella gestione del verde (edilizia, ufficio legale, manutenzioni). Informazione ed educazione di cittadini e operatori del verde sono inoltre divenuti compiti prioritari del Comune.

Il Gradimento dei reggiani. Per conoscere l’opinione dei reggiani in merito al patrimonio di verde e avere indicazioni su possibili migliorie, il Comune di Reggio Emilia la scorsa primavera ha inoltre realizzato un‘indagine sui 19 principali parchi della città, tra i più noti e strategici. L’indagine è stata svolta tramite questionari e interviste, ai quali hanno risposto oltre 700 persone. Dall’indagine è emerso che la qualità dei parchi percepita è nel complesso “medio- alta”: l’accessibilità è buona per l’88% degli intervistati, la pulizia per il 76%, la segnaletica per il 66%, mentre il 55% degli intervistati è soddisfatto della manutenzione della vegetazione. Il 63% degli intervistati ritiene inoltre che i parchi siano ben distribuiti sul territorio comunale e in numero sufficiente per la città (il 65%). Le criticità segnalate riguardano invece la sicurezza, la manutenzione del verde e dei giochi bimbi, la mancanza di un numero adeguato di cestini per i rifiuti e di fontanelle dell’acqua: elementi sui quali il Comuni ha avviato un approfondimento.

Importanti conferme del gradimento dei cittadini nei confronti dei parchi e della dotazione verde della città sono giunte anche dal successo degli eventi realizzati nella stagione estiva nelle tre aree verdi che compongono la Cintura Verde attorno alla città: parchi del Crostolo, del Rodano e del Modolena. Sono infatti oltre 37mila le presenze registrate in occasione degli appuntamenti del periodo maggio-settembre. Solo al parco del Crostolo 22.500 persone, attirate dal ricco programma “Di Reggio in Reggia”, a cura del Comune di Reggio Emilia in collaborazione con la Circoscrizione Sud e l’associazione Insieme per Rivalta, hanno partecipato a eventi culturali, sportivi e ricreativi organizzati presso la Reggia di Rivalta.

8600 persone hanno invece partecipato agli eventi nel parco del Rodano tra concerti, mostre e cinema “Sotto le stelle”, pedalate nel verde, visite guidate ai luoghi dell’Ariosto, le Feste delle Acque Chiare  e delle Lenzuola.

Anche al parco del Modolena, la nuova area verde che completa la Cintura Verde nella zona ovest della città, sono stati tantissimi gli eventi, tra feste, animazioni, iniziative di volontariato, mostre e proiezioni, biciclettate e concorsi fotografici, che hanno visto nell’estate la partecipazione di quasi  6000 persone e la collaborazione di un gran numero di associazioni e volontari della zona in appuntamenti quali “Coviolo in festa”, Mirandolabia.

A questi dati sono inoltre da aggiungere gli oltre 3000 cittadini che hanno partecipato alla tre-giorni di “Sport è Ambiente”, che si è svolta a fine settembre in 10 parchi cittadini e ha coinvolto le associazioni del territorio nella promozione di attività  all’aria aperta.

INFO E RENDICONTAZIONE – I temi del verde sono monitorati e rendicontanti annualmente nel Bilancio Ambientale che il Comune di Reggio Emilia redige ormai da 10 anni. Per fare il punto sui risultati raggiunti e sulle politiche messe in campo dall’Amministrazione negli ultimi dieci anni recentemente è stata redatta una pubblicazione di carattere divulgativo “Verde e sistemi naturali”, all’interno della collana editoriale “Reggio città sostenibile”. La collana è stata presentata dal Comune di Reggio Emilia alla Fiera “Ecomondo”, svoltasi a Rimini nel mese di novembre.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.