Home » Nazionale

Nibali, il settimo re d’Italia a Parigi

25 Luglio 2014 667 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Strepitoso, imbattibile, arriva solo anche sull’ultima salita dei Pirenei ad Hautacam, dopo aver scollinato il mitico Tourmalet. Vincenzo Nibali ha staccato tutti e aperto un solco, anzi una voragine, sulla seconda posizione, oggi strappata da Pinot a Valverde, con oltre sette minuti di distacco. Nibali sta trionfando a tre giorni dal gran finale sui Campi Elisi, dove solo sei italiani nella storia sono saliti sul primo gradino del podio. Dopo Bottecchia, nel 1924 e nel 1927, dopo Bartali nel 1938 e nel 1948, dopo Coppi nel 1949 e nel 1952, dopo Nencini nel 1960, dopo Gimondi nel 1965 e Pantani nel 1998, è la volta di Nibali. Sette magnifici corridori che hanno portato il tricolore in giallo. Due francesi (Pinot e Perault) sono oggi in seconda e terza posizione, seguito da Valverde di pochi secondi. La cronometro deciderà la altre posizioni del podio. La prima è ormai assegnata e la prova contro il tempo potrebbe ulteriormente avvantaggiare il nostro campione. È vero, mancavano Froome e Contador, caduti e ritirati. Ma questo Nibali era troppo forte per temere qualsiasi altro avversario. Non ha vinto, ha stravinto. Senza se e ma, ha cannibalizzato Il Tour.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.