Home » Reggio Emilia

Extracomunitari, feste e Dimora d’Abramo

26 agosto 2015 828 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

È evidente che utilizzare gli extracomunitari per una festa di partito rappresenta una leggerezza che il prefetto non poteva non sanare. Restano invece quanto mai opportune le rivelazioni di don Daniele Simonazzi attorno alla Dimora d’Abramo, all’approvazione del suo bilancio, alla decisione di ripartire i suoi utili, resi possibili anche dai contributi statali sugli immigrati, tra i quaranta soci. Penso anch’io, come ha richiamato giustamente don Dossetti che pure quel bilancio ha votato, che tutto quello che può guadagnare un ente preposto alla solidarietà sociale, in particolare se praticata con l’ausilio pubblico, debba essere reinvestito per lo stesso, identico fine.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.