Home » Nazionale

Fate tacere Boeri

6 novembre 2015 479 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Tito Boeri tutti i giorni le spara più grosse. Vorrebbe tagliare le pensioni più alte e i vitalizi dei parlamentari. Propositi popolari, non c’è dubbio. Pur tuttavia chiaramente incostituzionali. Già la Corte ha bocciato la decisione del governo Monti contenuta nel Salva Italia di bloccare gli aumenti dovuti all’adeguamento delle pensioni al costo della vita per gli assegni superiori di tre volte il minimo Inps (cioè 1443 euro mensili). Dunque non si comprende come potrebbe validare una scelta che addirittura taglia la parte del consolidato. Questo è evidente a tutti. Peraltro per operazioni del genere non si è mai visto in prima fila il presidente dell’Inps che generalmente tutela i pensionati, e non li taglia.

Boeri peraltro sa benissimo che è compito del Parlamento e non dell’Inps approvare riforme in materia pensionistica. Lasciamo anche perdere la questione dei diritti acquisiti, ma è il governo e poi il Parlamento che devono legiferare. Boeri invece si arroga questa nuova facoltà e pubblicizza una proposta di legge targata Inps. Che l’Inps faccia proposte di legge è davvero stravagante. È come se il governo decidesse i risultati di calcio. Ma tant’è. Nell’Italia delle confusioni anche a questo dobbiamo assistere. Chissà magari a questo punto il Parlamento si arrogherà il diritto di pagare le pensioni.

Ma veniamo al merito. Boeri pensa davvero che per istituire un reddito di cittadinanza per gli ultra 55enni che non lavorano e 500 euro come reddito fisso, bastino i milioni raccattati dal taglio delle pensioni più alte che sono un’inezia (anche se poi la proposta parla di un taglio che dovrebbe arrivare anche a pensioni più basse, quelle superiori ai duemila euro mensili ed è evidente se si vuole far cassa) e al prelievo di non si capisce quante risorse sui vitalizi di 4mila ex parlamentari? Quanto potrebbe ricavare un’operazione simile? E soprattutto che effetti genererebbe nell’Italia che deve far ripartire i consumi?

Questa la principale preoccupazione di Renzi e anche di Cesare Damiano che ha invitato Boeri a fare il presidente dell’Inps. Mai prima d’ora si era verificata una situazione del genere. Secondo il presidente del Consiglio Boeri vuol fare la spending review coi soldi degli altri. Può anche essere che voglia semplicemente utilizzare l’Inps per fare politica. Tra i tanti partiti che si vanno fondando perché non fare quello dei pensionati? Ci avevano già pensato altri nel passato e anche nel più recente. Auguri Tito, in fondo tu hai solo ritinto i tetti…

Mauro Del Bue
Mauro Del Bue
More Posts

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.