Home » Reggio Emilia

Del Bue risponde punto su punto alla Lettera dei tifosi della Reggiana

1 maggio 2016 303 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Vi rispondo punto su punto e ti ringrazio per questa lettera.

Caro Mauro del Bue, come sai rispetto a pieno la tua visione delle cose perché sei granata da una vita e granata vero, ma vediamo due film molto diversi:

IL FILM CHE SI VEDE AL NOSTRO CINEMA È QUESTO:

1) Il progetto stadio di proprietá, costruito con la collaborazione di Banche, Sponsor e tifosi é meramente fallito.

Risposta. Non è fallito il progetto, è la Reggiana che è fallita ed essendo lo stadio di proprietà della Reggiana il fallimento della Reggiana si è portato con sè lo stadio.

2) Lo stadio di Reggio é di proprieta di una azienda che a sua volta é il proprietario di maggioranza di una squadra di Sassuolo.

Risposta: Su questo non c’è dubbio. Ma questa azienda l’ha comprato da un curatore fallimentare dopo otto anni in cui due aste (si badi a 5 milioni e a 4 e mezzo) ritenute troppo esose non avevano interessato nessuno e nemmeno la Reggiana, che pure poi partecipò all’asta finale grazie al comune che le concesse il credito. Condizione essenziale per il finanziamento dalla banca.

3) Il Mirabello é stato smantellato.

Risposta: Anche su questo nessun dubbio. Ma il Mirabello resta uno stadio da 4.500 posti, che se la Reggiana vuole gestirlo può diventare quello che per il Toro è il Filadelfia. Assurdo invece pensare di giocarci un campionato. Questo sì sarebbe alzare bandiera bianca. Lo stadio di Reggio resta il Città del tricolore anche se di proprietà di Mapei. E si tratta di uno stadio bellissimo.

4) La provincia di Reggio Emilia é l´unica a non avere uno stadio da mettere a disposizione della sua squadra.

Risposta: Questo non è vero. Esiste il Città del tricolore e volendo il Mirabello. Piuttosto sono Sassuolo e Carpi che non hanno uno stadio in loco. E sono costrette l’una a giocare a Reggio e l’altra a Modena.

5) La Reggiana deve sperare nella benevolenza degli attuali proprietari per poter giocare a calcio a Reggio e deve baciarsi i gomiti per le attuali condizioni affituarie.

Risposta: Baciarsi i gomiti no. Può chiedere anche condizioni migliori. Ma Barilli mi dice che quando lo stadio era in mano al curatore fallimentare lui per lo stadio pagava di più di quello che la Reggiana paga adesso.

6) I tifosi della Reggiana devono essere felici perché grazie alla nostra amministrazione possono godere dello spettacolo della serie A a Reggio.

Risposta: Questo é un merito o un demerito della Reggiana. E’ stata la Reggiana che ha chiamato a Reggio il Sassuolo. Questo per ricavare soldi (800 mila euro) dall’affitto dello stadio e dal nome. Il comune non aveva alcun potere al riguardo essendo lo stadio del curatore e affittato alla Reggiana, che lo ha subaffittato al Sassuolo. Pensate a Modena, che ha perso il Sassuolo e in cambio ha avuto l’odiato Carpi…

7) I tifosi della Reggiana devono smetterla di lamentarsi e andare allo stadio con il sorrisetto ebete: il Sassuolo che resterá in serie A a Reggio per I prossimi 15/20 anni minimo, non fará nulla per rubare fette di mercato alla Reggiana. I ragazzini che si affacciano al calcio oggi preferiscono di gran lunga I cross di Mogos alla coppia Berardi-Defrel.

Risposta: L’anno scorso abbiamo portato 11 mila tifosi allo stadio e quest’anno abbiamo battuto ogni record degli abbonamenti della Reggiana in C. Dunque i tifosi per ora non sono certo diminuiti. Anzi… E sono convinto che se Mogos raddrizzasse i piedi anche nel prossimo campionato, quello, forse, dei derby, faremmo molto pubblico.

😎 La maggior parte delle responsabilitá sono di Foglia che ha sperperato 20 Milioni di euro all´insaputa del sindaco di allora e del compianto Cimurri. “Foglia che nonostante tutto é stato uno dei pochi in questi 20 anni a farci vedere calcio che male male per una squadra di football non é…” (Ma chissenefrega tanto non possono controbattere).

Risposta: Ecco su questo voglio essere chiarissimo. Sì le maggiori responsabilità sono di Foglia. Questo signore è venuto a Reggio dopo che per due volte i nostri tifosi avevano promosso marce contro Dal Cin. Aveva l’appoggio di un reggiano doc come Cimurri. Il sindaco Spaggiari si fidò e sbloccò la variante per il centro commerciale. Quest’area commerciale venduta alla Development ha reso alla Reggiana (società Mirabello 2000) circa 20 milioni di euro. Dove sono finiti se, mi dice il dottor Mazzocchi, commercialista della Reggiana, Foglia ha fatto fallire la Reggiana con più debiti di quelli coi quali l’aveva ereditata?

Protagonisti assoluti:

Squinzi e Spazzoli: Due persone molto ricche e potenti che si vestono elegantemente e non dicono parolacce e che quindi dicon sempre la veritá.

Miglior attore non protagonista: Graziano Del Rio: Ex sindaco che non si puó in alcun modo attaccare nonostante sia palese che abbia frenato in tutti i modi il progetto stadio a Reggio e abbia stretto un accordo con Mr. Mapei.

Comparse: Barilli e Del Bue, tutti sapevano che Squinzi avrebbe presentato l´offerta a parte loro. (Ora addirittura Lady Spazzoli dice di non essere nemmeno stata informata della loro offerta).

Risposta: Giuro che nella mia vita, non so Barilli, non ho mai recitato da comparsa. Ragioniamo. Io non so se Delrio sapeva dell’intenzione di Mapei di comprare la stadio. E’ possibile. Ma se è così era l’unico a saperlo, visto che l’offerta d’acquisto è stata depositata poche ore prima della scadenza e dopo che la Reggiana aveva formalizzato la sua. E soprattutto dopo il Consiglio e la giunta dove si deliberò l’operazione credito. Con favorevoli e contrari. Tra l’altro, prendetevela coi contrari. Se fosse passata la loro posizione la Reggiana non avrebbe presentato l’offerta. Secondo me sta insieme questa spiegazione che non capisco perchè non vi convinca. Mapei ha deciso di acquistare lo stadio per evitare di stare in affitto e perchè ha temuto che una volta che la Reggiana avesse comprato lo stadio glielo avrebbe fatto pagare anche di più. Di certo a me risulta che il consiglio di amministrazione di Mapei si è svolto la notte prima e ha deciso non senza contrasti.

I Cattivi:
1) I tifosi populisti che si azzardano a aprire bocca sulla questione stadio.
2) Foglia.

Miglior scena del film: Del Rio, Squinzi e Renzi nel palco.

Potete trovare questo film tutti i giorni su Telereggio e sul Resto del Carlino.

Risposta: Sul Delrio certo pesa la responsabilità dei ritardi della variante. Questo lo ha più volte sostenuto Dal Cin in varie dichiarazioni. Ma si è trattato di una posizione politica contraria a nuovi centri commerciali ed era di un partito, la Margherita. Io credo che quella posizione fosse sbagliata e certo ha favorito lo sviluppo di molti debiti che potevano essere evitati. Spero di aver risposto e se non convinto tutti almeno di avere motivato seriamente tutte le mie posizioni.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.