Home » Nazionale

Cosa c’é dietro la legge Boschi: la finanza, la Cia, la mafia?

25 novembre 2016 241 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Ormai ne ho sentito di ogni. Anzi sempre di più. Si alza l’asticella e dietro la legge costituzionale sarebbero da collocare le trame della grande finanza, della G.P Morgan, della Goldman Sachs, credo anche dei servizi segreti deviati, forse della immancabile Cia, come si diceva una volta quando tutto era “oggettivamente al servizio dell’imperialismo americano”. La straordinaria e drammatica scoperta è dovuta all’attenta e meticolosa lettura dell’articolo 117 della Costituzione che viene così drasticamente cambiato. Diceva nel testo approvato dalla riforma ulivista del 2001: “La potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dall’ordinamento comunitario e dagli obblighi internazionali”. Oggi così dichiara il nuovo testo: “La potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione, nonchè dei vincoli derivanti dall’ordinamento dell’Unione europea e dagli obblighi internazionali”. Lo sconvolgente stravolgimento é costituito dalla sostituzione di “vincoli derivanti dall’ordinamento comunitario”, con “vincoli derivanti dall’ordinamento dell’Unione europea”. E sapete perché? Semplicemente perché il trattato di Lisbona ha cambiato la terminologia di “vincolo comunitario” con “vincolo dell’ordinamento della Unione europea”. Che scandalo. Che svolta. Che capovolgimento. E pensare che ci sono cascati anche alcuni costituzionalisti, evidentemente ignari sia del precedente articolo, sia del trattato di Lisbona. Come si diceva una volta: philosophus purus, purus asinus… E vedere la mano del nemico vuol dire non saper usare molto le mani, ma soprattutto la testa…

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.