Home » Reggio Emilia

Ciao Nani, un medico di professione pittore

9 agosto 2017 179 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

E’ morto Nani Tedeschi, un medico, di professione pittore. Lo avevo conosciuto negli anni settanta e spesso ero stato a casa sua a Cadelbosco, tra quadri, giornali e cenere delle sue sigarette. Si parlava di politica e di arte. Lui era iscritto al Psi e alle feste dell’Avanti raramente mancava il suo contributo con scritte, dipinti, copertine. E trovate, spesso geniali. L’ultima volta che fummo gomito a gomito fu alle elezioni del 1992, quando Nani mi diede una mano in una faticosissima campagna elettorale e disegnò la copertina del libro su Prampolini, di Renato Marmiroli, che volli pubblicare. Poi volle rintanarsi nella sua casa di campagna, con la sua amata consorte e molti animali che adorava, e da più di vent’anni ci eravamo persi di vista. Resta viva la sua arte, apprezzata in mezza Italia e anche all’estero. Che non finisce qui. Adesso, pensa che fortuna, puoi dipingere anche il tuo paradiso, caro Nani…

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.