Home » Nazionale

Settembre, è tempo di migrare?

1 agosto 2018 105 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Il vero problema non é lasciare governare questo pessimo esecutivo. Chi ne mette in discussione la legittimità? Semmai evitino di ritenersi un governo eletto dagli italiani visto che non solo l’Italia non è una repubblica presidenziale e con le elezioni si elegge solo il Parlamento, ma i due partiti si erano presentati contrapposti in campagna elettorale marcando con tratto deciso i segni del loro contrasto. Governino dunque. Ill vero problema é che a settembre l’Italia rischia il tracollo. Lo ha paventato l’intelligente sottosegretario Giorgetti. I mercati potrebbero andare in ebollizione. Lo sostengono oggi Giavazzi e Alesina sul Corriere, ichiamando il fatto che un terzo del nostro debito pubblico é in mano agli stranieri.

Altrove si guarda all’Italia, almeno in Europa, con sospetto e una certa diffidenza. Gli investitori non si fidano più di noi. Hanno torto? Tra promesse folli come la flat tax (50 miliardi), il reddito di cittadinanza (per Di Maio 17 miliardi, per Boeri il doppio), la riforma della Fornero (15-20miliardi), che Di Maio vorrebbe decidere subito indebitando a dismisura l’Italia, e le dichiarazioni di Grillo sul referendum anti euro, aggiungendovi la sospensione, o almeno la ridiscussione, della Torino-Lione e le decisioni a proposito dell’Ilva, il fine estate sarà caldo e molto. Germania, Francia, Spagna, Portogallo e Grecia, tutti paesi che hanno i socialisti o i liberalsocialisti, al governo, ci guardano un po’ come gli altri paesi guardavano all’Italia fascista. Con diffidenza, ma anche col fondato timore che l’esperimento italiano si possa espandere altrove.

E noi saremo costretti o a veder contraddette le facili promesse elettorali (ma a questo punto andrà in crisi il governo) o a rotolare tutti insieme sempre più a fondo. Già i primi segnali sulla disoccupazione che a giugno é cresciuta, dopo un calo progressivo che durava almeno da tre anni, ci parlano da soli. Poi il calcolo degli effetti del decreto Di Maio forniti dall’Inps (8mila disoccupati in più per i prossimi tre anni) fanno il resto. Certo se l’opposizione resta ancorata a vecchi riti e slogan siamo alla frutta. Il Pd si divide perché una sua parte, per fortuna ancora minoritaria, vorrebbe recuperare i Cinque stelle e Forza Italia invece é ancora interessata a recuperare la Lega. Poi c’è, o c’era, Leu che per odio verso il Pd sta conducendo un’opposizione morbida. Bravi. Così non si fa. Se continuano così il rischio é che anche nel baratro gli italiani insistano, magari accusando i mercati, l’Europa e i governi precedenti, a preferire i pentaleghisti. Ma la colpa sarà solo di un’opposizione imbelle.

Sullo sfondo l’ancora di salvezza sotto il giogo di Trump e di Putin, contro la stessa esistenza di una unione europea, dove anzi alcuni paesi cosiddetti sovranisti, oltre all’Italia, l’Ungheria, la Slovacchia, la Polonia, protette da una Csu tedesca ancorata agli interessi bavaresi, giocano ormai, e non solo sull’immigrazione, una partita in proprio. L’Italia sta cosi cambiando i suoi connotati. Da paese europeo che dialoga con le nazioni poste a sud del Mediterraneo, sta divenendo un paese alleato con la destra americana che impone dazi all’Europa e alla Russia che conquista impunemente un territorio di un altro paese. Un’Italia che rompe i suoi vincoli tradizionali con gli altri paesi a democrazia liberale europea, chiude i suoi porti, alimenta odii verso i diversi, é una miccia potenzialmente esplosiva. Non so davvero quanto possa durare. Il consenso, adesso, é altissimo. Se a settembre, come diceva D’Annunzio, sarà anche per noi l’ora di migrare, vedremo…

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.