Home » Nazionale

La prima cosa buona (di Elly)

27 Ottobre 2023 103 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

La segretaria del Pd Elly Schlein ha annunciato che il Pd (contrariamente al Movimento Cinque stelle di Giuseppe Conte) non parteciperà all’iniziativa pacifista promossa dall’Associazione pace e disarmo di quest’oggi. Il motivo addotto é che non vi é da parte dei promotori una netta condanna del movimento terroristico di Hamas. La decisione é stata assunta dopo aver consultato la commissione dei quattro esperti di politica estera, cioè Lorenzo Guerini, Lia Quartapelle, Alessandro Alfieri ed Enzo Amendola. Bene. Finalmente una presa di posizione giusta. Resta tuttavia da chiedersi come possa essere credibile una coalizione fondata sull’asse Pd-Cinque stelle, alla luce di scelte così distanti di politica estera, che già si erano manifestate in occasione degli aiuti militari all’Ucraina col partito di Conte strumentalmente contrario all’invio di nuove armi e col Pd favorevole. La posizione di Conte su Israele e Hamas appare ancora più grave e lacerante. I Cinque stelle si accingono a partecipare a una manifestazione che, a giudizio del Pd, non condanna Hamas. Ma che razza di manifestazione per la pace é mai questa se non condanna chi la pace ha infranto con una barbara aggressione di centinaia di terroristi che hanno massacrato quasi 1500 israeliani (ebrei, come li definiscono costoro)? E che oggi condannano l’aggredito e la sua reazione senza condannare chi quella reazione ha causato? Ma che razza di manifestazione é questa che, come già accaduto a proposito della guerra all’Ucraina, confonde l’aggredito con l’aggressore? O magari che chiede a Israele e ad Hamas di stringersi la mano, come se uno non fosse uno stato legittimo e l’altro un movimento terroristico che si é macchiato della peggiore delle azioni mai compiuta da un movimento terroristico (quando mai le Bierre hanno ucciso donne e bambini, quando mai la Bader e Meinhoff ha fatto altrettanto, forse l’unico precedente può essere cercato nel movimento fondamentalista ceceno e nell’assalto alla scuola). Succede di tutto, oggi. Il mondo e anche la politica sono fuori controllo. Il Cremlino riceve in pompa magna i dirigenti di Hamas (neppure l’Urss riceveva almeno palesemente i dirigenti delle Br) mentre il capo di uno stato che aderisce alla Nato, Erdogan, definisce coloro che hanno massacrato i civili dei liberatori. Noi rimaniamo, dobbiamo rimanere, fermi, a distinguere la questione palestinese da Hamas, la richiesta di una sospensione o pausa che sia dei bombardamenti su Gaza per portare aiuto alla popolazione dalle ragioni di Israele e dal suo diritto di reagire, la condanna di tutti i movimenti islamisti e delle teocrazie medio orientali che uccidono le ragazze senza velo dalla necessità di non ampliare il conflitto facendo il gioco di Hamas e di Putin. Fermezza nei valori di fondo (si sta con l’aggredito sempre, poi lo si può criticare, fiducia nei paesi democratici a cominciare dagli Usa e da quelli europei e non verso tutte le dittature laiche e religiose, perseguire la politica dei due popoli-due stati in riferimento al conflitto israelo-palestinese. Mi fa piacere che Giorgia Meloni abbia sostenuto ieri al Consiglio d’Europa la tesi che modestamente mi ero permesso di suggerire. E cioè che Hamas non lo si distrugge solo con le armi (men che meno secondo il mio parere con un’invasione di terra a Gaza) ma anche con la politica. Avviando subito un tavolo o conferenza che metta in chiaro i diritti degli israeliani a vivere in pace e quelli dei palestinesi ad avere uno stato autentico. Se non si raggiunge presto questo obiettivo, risolvendo come fece Sharom a Gaza, la questione degli insediamenti israeliani in Cisgiordania, la guerra sarà infinita.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.