Home » Nazionale

Parmenide e il Psi

30 dicembre 2014 1.711 views One CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Il più astruso e controverso filosofo greco, Parmenide, divenne noto per quel suo “L’essere è, il non essere non è”. In tanti hanno cercato un significato che andasse oltre la banalità. E siccome l’essere in greco non significa solo esistere e in lui assumeva soprattuto il significato di pensare, la sua affermazione lasciava il campo all’idea che il non pensato fosse il non essere. E dunque che, non essendo pensato, il non essere semplicemente non fosse. Non è possibile conoscere il non essere, visto che non è. Anzi, è tutto quello che non è. Il Psi si trova in mezzo al guado parmenideo. Non shaekspaeriano, visto che non sceglie esso stesso se essere o no. Per i più il Psi non è. Semplicemente perché non viene pensato. Perché non lo si avverte, non lo si conosce. E qui entriamo in gioco noi. Per essere pensato bisogna fare qualcosa. Anche solo come pericolo, come guaio, incubo in sogno. Per essere bisogna pensare idee nuove e agire con capacità di comunicazione. Con proposte concrete sul tempo presente. Magari partendo dal Comitato Bonino presidente e dal progetto sulla cogestione. Come ha suggerito l’Avanti, non Parmenide…

One Comment »

  • Angelo said:

    Caro Direttore, prendo in prestito qualche rigo scritto da tale Brancaleone da Norcia in altro commento: “la signora Bonino era ed è il nostro Presidente perfetto, ma purtroppo è portatrice di due peccati capitali, non è Cattolica, non è mafiosa”.
    Siamo in tanti, tantissimi, che desideriamo respirare aria “pulita”; che il suo giornale ci guidi fuori dagli stereotipi e si impegni fino in fondo per la Signora Bonino. Ah, se vogliamo cambiare iniziamo dal linguaggio, aboliamo la parola “comitato” con “noi siamo con Emma, e tu?”. Buon anno. Angelo

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.