Articles in the Nazionale Category

Cinque ragioni plausibili di una sconfitta
Posted in Nazionale on 26 giugno 2017

Lascerei stare temi come “la sinistra deve riappropriarsi della sua anima” (quale?), oppure “una sinistra che assomiglia alla destra tira la volata all’originale” (e allora Macron?), oppure “i provvedimenti del governo sono alla base della sconfitta” (quali, il jobs act o lo ius soli, che hanno radici diverse?”). Tento un’analisi con cinque motivazioni di base. […]

La debacle del Pd
Posted in Nazionale on 26 giugno 2017

Inutile girarci attorno. Padova e Lecce non valgono Genova, La Spezia, Piacenza, Parma, Pistoia, Alessandria, Como, Monza, Lodi, perfino Sesto San Giovanni, la Stalingrado lombarda. Non valgono il 5 a 0 subito in Emilia dove dopo Piacenza e Parma cadono sorprendentemente Budrio, Riccione e Vignola (dopo che perfino la Campegine dei fratelli Cervi era stata […]

Il candidato che voleva abolire la morte
Posted in Nazionale on 23 giugno 2017

Ne hanno parlato i giornali. Ma é il caso di tornarci su. Questo signor Torre, piacentino, presenta una lista alle comunali con un programma tra l’allucinazione e la demenza: abolizione della morte, poi creazione in pieno centro di un vulcano, che serva come attrazione turistica ma pure come pista da sci e smaltimento dei rifiuti. […]

Berlinguer, Almirante e la Dc. Grazie Di Maio
Posted in Nazionale on 21 giugno 2017

Forse per un livello molto alto di ignoranza storica, forse, ma non credo, solo per mostrare il suo volto interpartitico, ma questo Di Maio l’ha sparata davvero grossa. I precedenti dei Cinque stelle sono a suo dire niente popò di meno che (parafrasando il mitico Mario Riva) Berlinguer, Almirante e tutta la Dc. Lasciamo stare […]

Tamburrano, lo storico socialista
Posted in Nazionale on 21 giugno 2017

Si è spento Giuseppe Tamburrano, assieme a Gaetano Arfë lo storico socialista per antonomasia. Contrariamente ad Arfé, che abbandonò il Psi nel 1987 accettando un seggio da indipendente nelle liste del Pci, Tamburrano non ha mai lasciato il suo partito, nemmeno dopo la sue fine. I ricordi sono molteplici e si perdono nei primissimi anni […]

Tra Prodi Vinavil e la scure del Brancaccio
Posted in Nazionale on 19 giugno 2017

Romano Prodi non accetta di fare l’attore, ma sta facendo il regista. Un ruolo più importante e significativo, perché a lui sono affidate le speranze di unire il centro-sinistra italiano. Si è autodefinito, con una buona dose di autoironia tipicamente emiliana, un Vinavil, un mastice potente. Il proposito é buono, ma la situazione è quanto […]

La Camusso e la guerra dei voucher
Posted in Nazionale on 18 giugno 2017

Parliamoci chiaro. Eliminare per legge i voucher per evitare al governo di perdere il secondo referendum e poi varare una legge che li ripristina, sia pure in modo più restrittivo, a me pare un po’ patetico. Dunque qualche ragione, se non altro metodologica, la Cgil di Susanna Camusso ce l’ha. Come non si può non […]