« Nazionale

Il Conte senza l’oste (il Mes)

Il nuovo Dpcm di Conte mi pare piuttosto sbiadito. Non ci sono provvedimenti eclatanti. Nessuna ordinanza per chiusure anticipate di attività commerciali. Nessun giro di vite per palestre, piscine e palazzetti. Restano aperti cinema e teatri. Tutto quasi come prima per le scuole e i trasporti (resta elevato all’80% il massimo di riempimento dei mezzi pubblici). Uniche novità il divieto di attività per lo sport dilettantistico, e francamente non si capisce perché, e il cambio degli orari per gli studenti delle scuole superiori che entreranno alle nove, con possibili turni al pomeriggio. Ma la vera natura del provvedimento del presidente del Consiglio riguarda il rimbalzo sugli enti locali di una molteplicità di provvedimenti attinenti la possibilità di chiudere vie e piazze delle città, di anticipare la chiusura di esercizi come bar e ristoranti, che restano da oggi chiusi  alle 18 solo dove si consuma al banco (vi é dunque un esplicito invito alla distesa anche esterna) e anche la possibilità di preservare le decisioni già prese dalle regioni sulla capienza dei palazzi dello sport (ma non si capisce perché il 15% già da loro accordato, come limite di capienza per i palazzi dello sport, che sono al chiuso, non sia esportabile anche per gli stadi, che sono all’aperto). Read the full story »

19 Ottobre 2020 No Comments 55 views

« Nazionale

La vita, la libertà e la ragione

Inutile girarci intorno. Se c’era bisogno di qualcosa che testimoniasse che mai come ora il mondo é unito, e lo ha sostenuto giustamente papa Francesco nella sua enciclica Fratelli tutti, il Covid ne é eloquente testimonianza. Mai prima d’ora, un’epidemia, neppure la devastante spagnola del 1918-1920, era divenuta pandemia nel senso letterale della parola. Cioè una malattia che non conosce frontiere, razze, stili di vita, differenze tra paesi sviluppati e sottosviluppati. In misura diversa, ma il Covid ha toccato proprio tutti. Esploso in Cina, ancora non si sa esattamente come (da un mercato o da un laboratorio?) si é poi rapidamente diffuso prima nei paesi vicini e poi gradualmente nel resto del pianeta. Read the full story »

16 Ottobre 2020 No Comments 61 views

« Nazionale

Propositi chiari

Si é svolta quest’oggi una riunione della segreteria del Psi aperta da una relazione del segretario Enzo Maraio e da un intervento di Alessandro Natta, responsabile degli Enti locali del Psi. Il segretario ha sottolineato il buon risultato delle elezioni regionali e amministrative, dove, in molti casi, é stato presentato il vecchio e nuovo simbolo del garofano. Anche Natta ha messo in luce l’ottimo dato conseguito in Campania, grazie soprattutto al risultato elettorale della provincia di Salerno, quasi l’8%, con l’elezione di un consigliere regionale, mentre nelle Marche é in corso una verifica che potrebbe portare all’elezione di un consigliere regionale socialista ad Ancona. Read the full story »

14 Ottobre 2020 No Comments 71 views

« Nazionale

Francesco il rivoluzionario

Ho letto l’enciclica papale “Fratelli tutti” e mi pare non fuorviante considerarla anche un documento di etica politica. Una sorta di manifesto indirizzato a tutti gli uomini, e non solo ai cristiani, sui principi fondamentali del nuovo evangelismo di Francesco. Il nome doveva pure assumere una importanza nel messaggio. Mai nessun papa lo aveva assunto, parlo di quello di Francesco d’Assisi che con la Chiesa del suo tempo condusse una battaglia anche aspra. La Chiesa dei poveri dunque, quella di Francesco, esaltata dal Vangelo. E il Vangelo viene così decisamente assunto come bussola per orientare il mondo. Dico subito che non mi convincono né le tesi di quei filosofi che accomunano questa enciclica a una sorta di testo fondato sull’analisi marxista, né l’opinione di Marcello Veneziani che la rapporta a una sorta di neo comunismo. Read the full story »

12 Ottobre 2020 No Comments 73 views

« Nazionale

Salvini, il presidenzialismo, il federalismo e altro

Quando ieri in tivù il leader della Lega Matteo Salvini ha dichiarato che il suo partito sostiene il federalismo coniugato col presidenzialismo, ho avvertito una scossa. Ho pensato che il Psi sostenne la stessa identica cosa a partire dalla seconda conferenza programmatica di Rimini del 1990. L’elezione diretta del presidente della Repubblica, con poteri rimasti tuttavia nel vago (presidenzialismo all’americana o semipresidenzialismo alla francese, oppure un’elezione diretta cogli attuali poteri?), é stata da allora un leit motiv della politica di Bettino Craxi, bilanciata da un regionalismo “spinto fino ai confini del federalismo”. Per la verità la proposta di legge elettorale non si discostò mai dal proporzionale eventualmente corretto da uno sbarramento. Così si finiva per mischiare il presidenzialismo alla francese col sistema tedesco che non prevede l’elezione diretta del presidente della Repubblica, ma un cancelliere eletto dal Parlamento. Read the full story »

10 Ottobre 2020 No Comments 95 views

« Nazionale

Le intuizioni di Gianni

Era un tipo esplosivo. Tanto schietto da sembrare altezzoso. A conoscerlo bene era invece un uomo dotato di rara umanità e intelligenza. Io l’ho conosciuto bene, parlo di Gianni De Michelis, solo Gianni per quelli che lo conoscevano e gli davano del tu. E devo ammettere che da quando ho cominciato a frequentarlo quasi quotidianamente, parlo degli anni tra il 2001 e il 2008, tutte le mie prevenzioni sono scomparse. Anzi si sono tramutate nel loro contrario. Gianni aveva capito che non era più il dirigente di prima e si mise a girare l’Italia con l’entusiasmo di un ragazzo alle prime armi, solo per incontrare qualche compagno che aveva deciso di resistere. Read the full story »

8 Ottobre 2020 No Comments 109 views

« Nazionale

Addio a Mario Marmiroli (quanti errori sulla stampa)

E’ morto il compagno Mario Marmiroli, socialista lombardiano. Aveva 87 anni. Quanti errori pubblicati oggi dalla stampa locale. Non é mai stato vicesindaco, ma capogruppo del Psi dal 1972 (subentrò a Dino Felisetti dopo la sua prima elezione alla Camera) fino al 1975 e poi dal 1977, dopo la mia elezione a segretario del Psi, in occasione del quale abbandonai l’incarico di capogruppo, fino al 1980. E’ stato assessore al Decentramento dal 1975 al 1977. Segretario del comitato cittadino del Psi, lasciò il partito nel 1994 e si avvicinò al Pds, poi Ds dai quali credo si distaccò al momento della formazione del Pd. Se i giornali chiedessero a chi sa…

7 Ottobre 2020 No Comments 101 views