« Nazionale

Ciao Roberto

Una telefonata di Ugo Initini e solo quattro parole, dure, drammatiche, angosciate: “E’ morto Roberto Villetti”. Poi un silenzio che segna una profonda commozione. Roberto se n’é andato con quello stile dolce e riservato col quale ë vissuto. Domani l’Avanti, il suo Avanti, quello che lo vide direttore, sarà dedicato a lui. Le parole mi escono più complicate delle lacrime. Roberto é stato il mio segretario della Fgsi, uscito nel 1973 dal congresso di Venezia. Tra noi si stabilì subito un’intesa. Io ero un ragazzo alle prime armi, lui un giovane già provato nell’esperienza della gioventù socialista dove primeggiava per intelligenza e cultura assieme a Claudio Martelli e Ugo Finetti che stavano lascando la Federazione dei giovani socialisti per assumere incarichi di partito. Read the full story »

15 Settembre 2019 No Comments 26 views

« Nazionale

A Fano per darci una mano

Il ritrovo abituale di settembre dei socialisti italiani si svolgerà dal 13 al 15 del mese a Fano, dove un socialista, Massimo Seri, é stato confermato sindaco. Si terranno tavole rotonde con esponenti di altri partiti, ma si svolgerà anche un approfondimento tematico per tutta la giornata di sabato che poi sfocerà nelle comunicazioni dei vari gruppi la cui sintesi finale da sottoporre alla Direzione il segretario Vincenzo Maraio ha affidato a me. La Direzione si occuperà anche di deliberare in ordine al nuovo simbolo del partito dopo il referendum che si é svolto tra gli iscritti. Read the full story »

12 Settembre 2019 No Comments 44 views

« Nazionale

Salviniani incazzati

Salviniani, meloniani, neo fascistelli da strapazzo con braccio alzato hanno manifestato davanti a Montecitorio contro un governo parlamentare, contestabile finche si vuole, ma pienamente legittimo. Non si capisce il motivo per cui l’alleanza tra Lega e Cinque stelle fosse stata fatta nell’interesse del paese e invece quella tra gli stessi Cinque stelle e Pd solo per le poltrone. Sappiamo bene che Lega e grillini se n’erano dette di tutti i colori in campagna elettorale, non meno di quanto Pd e Cinque stelle si siano vomitati in questo anno e mezzo. Read the full story »

12 Settembre 2019 No Comments 38 views

« Nazionale

Due parole sul programma

Il programma del nuovo governo contiene, in una genericità difficilmente evitabile, anche buoni e condivisibili propositi. Penso alla nuova sensibilità ambientale, all’idea di quella economia green della quale parla mezzo mondo. Ovvio il consenso al necessario blocco dell’aumento dell’Iva, bene anche il proposito di diminuire il cuneo fiscale, la differenza cioè tra salario lordo e netto e di introdurre il cosiddetto salario minimo, che i sindacati vorrebbero invece a carico di una loro autonoma vertenza. Condivisibile e apprezzabile il grande piano di edilizia pubblica annunciato, nonché i nuovi investimenti per l’università e la ricerca, un piano di infrastrutture, cito il punto 12, “al fine di realizzare un sistema moderno, connesso, integrato, più sicuro, che tenga conto degli impatti sociali e ambientali delle opere”. Read the full story »

8 Settembre 2019 No Comments 57 views

« Nazionale

Solidarietà alla Bellanova

Non ne potevamo più di veline, di belle faccine, di ragazze prestate alla politica dai talk show, dal Grande fratello e chi più ne ha più ne metta. A me fa ancora disgusto quella telefonata di Berlusconi a Nicole Minetti, la sua avvenente amica, che si conclude con quel: “La prossima volta ti porto in Parlamento”. E non fuori a cena. Come se il Parlamento non fosse la massima istituzione rappresentativa della nostra democrazia, ma un premio da officiare alla stregua di un mazzo di rose o di un gioiello. Basta anche col giovanilismo estetico alla Renzi coi suoi ragazzotti ben vestiti e ben pettinati della Leopolda. Finalmente rivediamo volti scavati dal tempo e dalla fatica come quello di Tina Anselmi o della nostra Giuliana Nenni. Plaudiamo dunque alla nuova ministra dell’Agricoltura, la pidina Teresa Bellanova, bracciante e poi sindacalista, che non aveva i soldi per studiare e per imbellettarsi ma che si é battuta in prima fila contro il caporalato nel campi del Sud. Quelli che hanno irriso verso il suo aspetto e sul suo curriculum sono solo idioti, questi sì analfabeti, nonostante la laurea…

6 Settembre 2019 No Comments 77 views

« Nazionale

Anatomia di un governo

E’ nato il governo Conte bis. Con Cinque stelle, Pd, Leu, che lo compongono. Ai Cinque stelle la parte preminente: la presidenza del Consiglio, anche se Conte é solo un indipendente grillino, il sottosegretario alla presidenza (senza vice é un po’ solo un gradino sotto il presidente), il ministero degli Esteri, con Di Maio, che non é più vice presidente del Consiglio ma ricopre il ruolo che fu di Nenni, Saragat, Moro, Andreotti. Diciamo che si tratta della seconda poltrona dell’esecutivo. Agli Interni non un Pd ( (non capisco perché non il bravo Minniti), ma un indipendente, la Lamorgese, che al ministero aveva coadiuvato Maroni, e all’Economia Roberto Gualtieri, euro deputato del Pd e del gruppo socialista. Delle cinque massime postazioni tre sono andate ai grillini, una a un tecnico e una al Pd. Poi ci sono gli altri. Read the full story »

5 Settembre 2019 No Comments 96 views

« Nazionale

Dopo la Direzione

Come ho già ricordato le mie opinioni sono state manifestate nell’intervento scritto pubblicato sull’Avanti. Su queste stesse posizioni si é attestato l’intervento di Ugo Intini, mentre Luigi Iorio ha depositato un documento con venti firme di compagni della direzione, anch’esso attestato sulla strategia dell’area liberalsocialista da interpetare politicamente assieme a Calenda e Bonino. Tuttavia abbiamo preso atto che l’opinione prevalente dei presenti (ci sono stati oltre 40 interventi) era favorevole (i parlamentari socialisti sono l’on. Fausto Longo e il sen. Riccardo Nencini) a dare il voto di fiducia al governo. Il segretario del partito Enzo Maraio, a fronte della mia piena disponibilità a rassegnare le dimissioni da direttore dell’Avanti, ha ritenuto di confermarmi stima e fiducia, e così larga parte degli intervenuti, pur dissentendo dalle mie opinioni. Di questo li ringrazio, perché dimostrano di ispirarsi alla migliore tradizione di laicità. Read the full story »

5 Settembre 2019 No Comments 70 views