Home » Nazionale

La Federazione riformista

24 Dicembre 2023 158 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Chi si sbraccia a ricordare che quel che resta del Psi deve vivere in autonomia e non federarsi con nessuno dovrebbe almeno non ignorare la federazione tra Pd e Psi degli anni scorsi finita come sappiamo. E non dovrebbe neppure ignorare il gruppo al Senato Italia viva-Psi che se non era una federazione le assomigliava parecchio. Né può essere ignorato il fatto che i socialisti alle precedenti elezioni europee strinsero un accordo con Più Europa che non fa parte del socialismo europeo. Perché l’Associazione socialista liberale, trasformatasi a Montegrotto in movimento politico, non avrebbe dovuto aderire all’appello di Carlo Calenda di costruire una vasta alleanza che comprenda liberali, popolari e socialisti? Bando alle scomuniche e alle chiacchiere da cortile. Cosa ci distingue dal movimento Per (Rosato e Bonetti) e dalla stessa Azione? Sulla giustizia, contrariamente al Pd, e in particolare attraverso l’azione incisiva dell’on. Costa, l’appoggio al pacchetto Nordio é comune, mentre Cinque stelle e Pd sono contrari, sull’Ucraina la necessità di appoggiare la resistenza patriottica degli aggrediti é reciproca, mentre Conte é contrario e la Schlein nicchia, su Israele, la solidarietà al popolo ebreo, non solo quello residente in Israele, ci accomuna come la proposta dei due popoli e due stati. Sul salario minimo siamo d’accordo, come sul Mes e anche sull’utilizzazione del Mes sanitario per rilanciare la sanità pubblica. Potrei citare altri argomenti sui quali l’assonanza é completa. L’associazione socialista liberale resterà naturalmente in vita e dovrà anzi irrobustirsi con l’adesione dei compagni e degli amici di tutte le province d’Italia. Come resterà in vita, anzi verrà potenziata, anche attraverso il contributo dei nuovi compagni di viaggio. La Giustizia, giornale storico e politico che potrà dar voce alla tendenza che combatte il bipopulismo, come Calenda definisce la duplice coalizione italiana. Chi contesta la nostra scelta ci dica se ce n’era una migliore: l’asservimento totale al Pd praticato dall’attuale Psi, un patto con l’estrema sinistra di Fratoianni e Bonelli al quale pare che una parte del gruppo dirigente del Psi guardi, l’accordo con Italia viva che a noi non ha fatto alcuna proposta di federazione e che pare sempre più orientata a costruire un polo di centro a trazione prevalentemente cattolica, un accordo con Più Europa che alle politiche del 2018 é stato rifiutato dalla Bonino e che si potrebbe come sarebbe utile a tutti, congiungere alla nostra federazione? Non é il tempo delle scomuniche. Non esistono più da trent’anni i vecchi partiti. Le alleanze si fanno sulle cose e non sui nomi. Il Psi, come la Dc, il Msi, il Pri é morto nel 1994. Non basta il nome per resuscitare una storia. Un mio amico che si chiama Napoleone non ha mai avuto intenzione di invadere la Russia.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.