Home » Reggio Emilia

Locchiosureggio: “Luce gialla, luce bianca, senza luce…”

3 Settembre 2009 832 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Passeggiando per il centro storico si può notare facilmente che la luce è di colore diverso quasi ovunque e che in qualche caso clamorosamente langue. Come nel Macbeth. Partiamo da via Roma, ristrutturata in due fasi: prima con la ripavimentazione e poi, nel passato quinquiennio, con i nuovi lampioni a lanterna. Finalmente. Ebbene, a metà via, si deve registrare, da almeno sei mesi, come ben quattro lampioni, anzichè la luce bianca, che è stata voluta per l’illuminazione della via, emanino luce gialla, giallissima. Stonatura insopportabile. Perchè nessuno le cambia? Ho provveduto a segnalare la cosa all’apposito assessorato e anche all’ufficio manutenzione del Comune. Ma me ne sono accorto solo io? Stessa cosa in via del Cavalletto, all’ingresso da Corso Garibaldi: anche lì un lampione è a luce gialla e gli altri a luce bianca. Misto di bianco e giallo promana anche dai giardini pubblici. Ma, si dirà, lì è in corso il rifacimento delle piazze e bisogna aspettare. Allora segnalo un altro problema, ormai consueto per chi gira, ama e si intrufola nelle vie del centro quotidianamente, col gusto dell’osservazione. Guardando il Municipale, prima della fontana, la piazza mette in evidenza non figure, ma fantasmi. Ombre scure. Mentre l’illuminazione di San Francesco (col bel dipinto, anche se contestato, di Ottorino Davoli in evidenza) è accellente, con quel gioco di chiaro-scuri insinuante e così pure quella del Municipale, di cui si esalta il colore tenue rosato, in quel punto, tra la fontana e le panchine e gli alberi, il buio regna sovrano. Va bene il gioco di luce e di buio, ma il buio pesto no. Bisognerebbe provvedere. Annoto, poi, in piazza Fontanesi, che ancora non si è provveduto a sostituire i lampioni grigiastri a muro che non c’entrano nulla col resto della piazza, devo dire “bellissima”, così come è stata restaurata, nel rispetto assoluto della sua storia. Perchè non si sostituiscono con le lampade a lanterna? Cerchiamo di essere, nell’epoca della contestazione del “bieco illuminismo”, almeno coerenti…

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.