Home » Reggio Emilia

Ciao Franco

27 giugno 2010 629 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Se n’è andato Franco Rinaldini, socialista, e per anni vice presidente del Parco Pertini di Cavriago. Era un uomo buono, gentile, disponibile, generoso. Era un artigiano intraprendente e che aveva avuto successo nella sua professione di orefice. Aveva una casa ad Andalo, sulle Dolomiti, appassionato di sci e di camminate nei boschi che affrontava sempre con quel silenzio che sa tenerti compagnia. E sapeva tacere e lavorare, senza lamentarsi. Per me era un amico, perchè sapeva sostenermi senza neanche dirmelo. Caso quasi unico, perchè animato da un originale senso di pudore dei sentimenti. E lo faceva con convinzione e altruismo. Alla festa di Cavriago lo vedevi sempre attivo, spesso servendo a tavola col grembiule addosso, come fosse un inserviente qualsiasi. Amava la famiglia e il lavoro, sua moglie Mariella, sua figlia Marzia, i suoi nipotini Argentina e Massimiliano, suo genero Edward. E quel suo prefabbciato in legno dietro casa sua, in via Magnanini, dove si rintanava per gran parte della sua giornata alle prese con martelli, chiodi, biciclette e scatole e quant’altro riusciva sempre a costruire e a riparare. Se n’è andato dopo un periodo di sofferenza. Col sorriso buono sulle labbra, quasi a volersi far perdonare per aver recato disturbo. Era anche mio cognato. Ma questo non conta…

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.