Home » Reggio Emilia

Quali rischi per Reggiana-Verona? Zero

17 Settembre 2010 763 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Non riesco a comprendere le ragioni di un articolo che il Carlino ha voluto dedicare ai pericoli della partita tra Reggiana e Verona. Stranamente proprio quella che sancirà la riapertura dei distinti dello stadio per la quale ho lavorato per un anno intero assieme all’ingegnere Zambelli e alla Development che i lavori di messa in sicurezza (200mila euro) ha pagato. Non capisco proprio questo grido d’allarme, che viene lanciato quando ogni più piccolo particolare di adeguamento richiesto dalla questura (vedasi anche l’oscuramento delle barriere di separazione tra distinti a gradinata nord) è stato risolto. Si dice: ci sono 7.500 tifosi veronesi con la tessera del tifoso, se vengono tutti dove li mettiamo? Pensiamo a Cesena-Milan. I milanisti con tessera del tifoso sono centomila. Potevano metterli da qualche parte? Pensiamo a Sud Tirol-Verona, dove i posti riservati agli ospiti sono circa 400. Dove metterebbero i 7.500 veronesi? Evidentemente se si decide che la parte riservata ai tifosi ospiti con tessera del tifoso è, com’è a Reggio, di 2500 posti, questi devono bastare. A Monza i veronesi presenti (il dato è della questura) erano 400, altro che 2.500… Se poi qualcun altro dotato di tessera dovesse aggiungersi (ma non credo proprio), può andare dove gli pare, se trova posto, se no sta fuori. E chi la tessera non ce l’ha non può entrare, per disposizione della prefettura. Quel’è mai il problema? Si dice: col Monza c’erano gli ultras in tribuna. Ma erano in tribuna perchè non avevano la tessera del tifoso e non c’erano limitazioni d’ingresso, contrariamente a quello che avverrà col Verona. Si vogliono creare ulteriori problemi alla riapertura dei distinti ? Lo si dica ai tifosi e ci se ne assuma la responsabilità. Per me è tutto non a posto, ma a postissimo e quello che è stato fatto a Reggio, nello stadio più sicuro d’Italia, penso non sia stato fatto da nessun’altra parte. On. Mauro Del Bue

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.