Home » Reggio Emilia

Pd reggiano contro le nomine alla Manodori

13 maggio 2011 698 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Roberto Ferrari, segretario del Pd reggiano, ha preso carta e penna e ha scritto parole di fuoco contro le nomine decise dal sindaco e dal presidente della Fondazione Manodori Borghi nel nuovo consiglio di amministrazione della fondazione. Fuori due personaggi esperti e di grande valore quali Umberto Guiducci, per impossibilità di rinomina dovuta al mandato e mezzo già consumato (ma esistevano opinioni al riguardo non convergenti), e l’on. Danilo Morini, non si sa perchè, sono entrati Ildo Cigarini, presidente di Borea e già presidente di Lagacoop, del Pd, sponsorizzato da Delrio, e Massimo Mussini, cattolico del fronte spaggiariano e dunque vicino al presidente Borghi. A sua volta Cigarini, che dovrà dimettersi dal consiglio generale, sarà surrogato da un altro cattolico vicino a Delrio, o così pare. La presa di posizione di Ferrari segue quella del presidente della provincia Sonia Masini che si è schierata contro le decisioni assunte dall’asse Delrio-Borghi. Tanto che i suoi due rappresentanti non hanno votato a favore delle due nomine. C’è chi vede in questa querelle l’inizio di un braccio di ferro sui futuri assetti della città. Resta un domanda. Se non sono i partiti e nemmeno le istituzioni (visto che non vi è stato un preventivo accordo tra Comune-Provincia) quali sono le cornici all’interno delle quali vengono decise le nomine?

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.