Home » Reggio Emilia

Che sorpresa, Toano e Villaminozzo non si fondono

7 Ottobre 2013 729 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Qualcuno pensava davvero che il referendum avrebbe dato un esito diverso? Sono state chiamate al voto le popolazioni di due comuni montani della provincia di Reggio Emilia che, insieme, non contano quattromila anime. Si parla da tempo di accorpare i comuni piccoli e poteva essere questa una buona idea. Naturalmente se lo vai a chiedere ai cittadini ti dicono di no. Anzi sono d’accordo ad accorpare i piccoli comuni, d’accordissimo, ma non il loro. Quelli di Toano avrebbero accolto volentieri l’idea di accorpare Villaminozzo con Ligonchio, sia ben chiaro, ma non con Toano, e quelli dii Villa forse avrebbero ben visto la unificazione di Toano con Baiso o Carpineti. Così va il mondo. Quello che stupisce è di supporre che le riforme per ridurre la spesa pubblica si debbano fare col consenso. Pensate se avessero fatto i referendum per accorpare gli ospedali negli anni ottanta, o per impiantare gli inceneritori, o per alzare l’età pensionabile. O per aumentare la benzina. Come è possibile far finta di ritenere che la popolazione di un comune che è abituata a fare carta d’identità e certificato di nascita sotto casa, accetti volentieri di farsi quindici chilometri e più di macchina su stradine montane. Neanche per sogno. Ma dai….

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.