Home » Reggio Emilia

Lady Squinzi ha ragione, ma Mapei deve fare di più per la Reggiana

25 Luglio 2014 1.271 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Concordo con le valutazioni del sindaco Vecchi a proposito dell’intervista della signora Squinzi sullo stadio di Reggio. Non credo debbano essere ignorati gli onerosi lavori sostenuti da Mapei, né i benefici per Reggio e anche per la Reggiana che la venuta a Reggio del Sassuolo ha prodotto. Solo un’aggiunta. A me non è piaciuta per niente la modalità scelta da Mapei per partecipare all’asta dello stadio. Sono solito dire quel che penso, cosa che ho fatto subito con Pecchi, amministratore delegato di Mapei, e con Carnevali, amministratore delegato del Sassuolo. Un blitz all’ultimo momento senza avvisare il Comune, che da settimane cercava di permettere alla Reggiana di partecipare all’asta, mi è sembrato poco compatibile con il prestigio nazionale e internazionale di questa sigla. A mio giudizio si poteva preparare questa soluzione insieme e informare per tempo gli sportivi reggiani, che hanno avuto la sensazione dello scippo dell’ultimo minuto, evitando anche che il Comune si esponesse con scelte compiute peraltro non senza divisioni e tensioni politiche. La cosa ha finito per favorire una serie di dietrologie che hanno messo in cattiva luce la Reggiana e il Comune di fronte a gruppi di tifosi granata. Anche Mapei si è del resto resa conto dell’anomala modalità di concorrere all’asta fallimentare, senza avvertire nessuno e dopo averlo escluso per mesi. Tanto che ha manifestato subito disponibilità a rimborsare la Reggiana delle spese sostenute sullo stadio e anche a sostenere forme di sponsorizzazione a favore della società granata. L’accordo tra Reggiana e Mapei credo sarà al più presto illustrato dai rispettivi gruppi dirigenti. Penso però che oggi si possa e si debba fare di più. I tifosi granata devono considerare Mapei e il Sassuolo non come invasori della città, ma come opportunità per fare grande anche la Reggiana. E questa mi auguro sia anche la volontà di Mapei e del Sassuolo che non possono ignorare, ma non lo stanno facendo, che la squadra di Reggio Emilia è la Reggiana. Penso ci voglia uno sforzo ulteriore. Se Mapei è proprietaria dello stadio di Reggio, è anche suo interesse che vi disputino i loro campionati due squadre, una di Reggio e una di Sassuolo, entrambe di buon livello. Mi auguro che questa sensibilità possa al più presto passare nel gruppo dirigente di Mapei che tanto sta facendo per lo sport italiano. E che tanto sta facendo anche per lo sport a Reggio Emilia.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.