Home » Nazionale

Dopo Forbice anche Scalzini all’Avanti

11 ottobre 2016 180 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

L’Avanti si accresce periodicamente di nuovi collaboratori. Dopo l’ingresso del famoso e apprezzato giornalista radio televisivo Aldo Forbice anche il punto di riferimento economico di Palazzo Chigi al tempo della presidenza Craxi, Nicola Scalzini, ha accettato di collaborare con noi, mentre Ugo Finetti, anch’egli giornalista radiofonico oltre che vice presidente della Regione Lombardia, come è già avvenuto scriverà ancora per noi. Angelo Santoro curerà la sua rubrica fissa Interessi comuni, dedicata al potere delle banche, la nostra Massimino scriverà su una sintetica e ironica rubrica fissa e anche Giovanni Negri e la sua Marianna troveranno presto posto sul nostro quotidiano.

L’Avanti sta consolidandosi. All’Avanti per due anni é stata intestata la festa socialista, sull’Avanti scrivono quasi quotidianamente i dirigenti e i militanti socialisti alimentando spesso un interessante confronto. Il carattere dell’Avanti è quello di un quotidiano socialista, ma non strettamente di partito. Le opinioni quando non contengono offese, o polemiche personali, sono tutte le benvenute. E così pure i commenti ai vari articoli. E se capita, qualche volta, che un commento venga respinto, il problema è solo tecnico, non certo politico.

Abbiamo raggiunto e superato i 6mila contatti giornalieri dai poco più di 1.500 di qualche anno fa. Personalmente continuo ad esprimere le mie opinioni attraverso Il fondo che aggiorno quasi ogni giorno, mentre affido le questioni che più si prestano all’ironia alla rubrica Locchiodelbue e qualche passaggio storico a quella di Fili rossi. Come la ricostruzione, amara, sì, ma da non dimenticare del 1992 socialista, parafrasando il film televisivo su Sky. Ho cercato di risalire al 1989 e cioè all’origine della svolta epocale che ha investito il sistema politico italiano per poi diffondermi sui nostri errori e sulle nostre persecuzioni. Fino ai tanti tentativi di rinascere. Fino al nostro, che è l’ennesimo e come tale va guardato con spirito costruttivo e collaborativo. E del quale l’Avanti è insieme stimolo e strumento.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.