Home » Nazionale

Romano e l’Unità

16 gennaio 2017 177 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Si annuncia la chiusura de l’Unità in edizione cartacea. Il socio di maggioranza sarebbe stanco di scucire soldoni, soprattutto adesso che Renzi, che lo aveva saputo coinvolgere, non è più presidente del Consiglio. Dovrebbe restare, secondo quanto emerge dalle indiscrezioni giornalistiche, solo in versione online. Benvenuta, dunque, sul web, cara Unità. In fondo siamo due giornali, che pur tra dissensi anche profondi, appartengono entrambi alla storia della sinistra italiana. Ritrovarsi alla pari, entrambi in dimensione informatica, non può che affratellarci ulteriormente.

Che l’ultima versione del quotidiano fondato da Antonio Gramsci nel 1924, proprio in aperta polemica con l’Avanti, sia stato recentemente rilanciato per ragioni strumentali appare oggi evidente. Renzi aveva bisogno di elemosinare qualche zuccherino al popolo ex comunista del suo partito, visto che la politica era diventata solo prerogativa degli ex democristiani. Eppure l’Unità con Staino e Romano, dopo la direzione di D’Angelis, era divenuto un organo di diretta emanazione renziana. Dunque Renzi aveva solo formalmente toccato il cuore degli ex comunisti, ma in realtà si era appropriato del nome del vecchio quotidiano per assecondare la sua linea politica.

Sapevamo dei debiti enormi accumulati in questi mesi dal quotidiano comunista in versione renziana. E conoscevamo il numero di lettori che non si discostava granché dai contatti del nostro Avanti. Da un momento all’altro ci attendevamo il crollo. Che avvenga proprio in un momento se non di crisi, di evidente difficoltà, del renzismo, non ci stupisce. Quel che sorprende è l’esilarante dichiarazione del vice direttore Andrea Romano, deputato di Scelta civica, traslocato nel Pd, che si sente in dovere di interpretare una storia quasi centenaria di un partito del quale non ha mai fatto parte: “Siamo l’unico quotidiano di partito esistente in Italia”. Gli spieghino per favore che non é così, che ne esistono altri, e tra questi anche l’Avanti, che contrariamente all’Unità non riceve un soldo, né dallo Stato, né da ricchi imprenditori amici. E’ nato il giorno di Natale del 1896 e non é ancora morto.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.