Home » Nazionale

La debacle del Pd

26 giugno 2017 90 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Inutile girarci attorno. Padova e Lecce non valgono Genova, La Spezia, Piacenza, Parma, Pistoia, Alessandria, Como, Monza, Lodi, perfino Sesto San Giovanni, la Stalingrado lombarda. Non valgono il 5 a 0 subito in Emilia dove dopo Piacenza e Parma cadono sorprendentemente Budrio, Riccione e Vignola (dopo che perfino la Campegine dei fratelli Cervi era stata espugnata). Non valgono la mancanza del ballottaggio nella popolosa Verona, dove la candidata appoggiata dal Pd é stata sconfitta dal centro-destra, e nemmeno la perdita di Carrara, unica città finita ai Cinque stelle.

Si dirà che é solo un voto amministrativo. Lo hanno sottolineato i grillini che sono usciti sconfitti al primo turno. E’ vero, il dato amministrativo non é sempre rapportabile a quello politico. Eppure quando i pentastellati conquistarono Roma e Torino si gridò alla vittoria e al nuovo fenomeno che stava facendo le prove generali per governare il Paese. E quando alle Europee, che non sono anch’esse da equiparare alle politiche, il Pd di Renzi conquistò il 40 per cento si pensò all’inveramento del progetto veltroniano del partito a vocazione maggioritaria.

Qualcosa succederà adesso nel Pd. Da un lato Romano Prodi continuerà a tessere una tela che appare quanto mai sdrucita. Dall’altro Pisapia lancerà la sua proposta e Mdp si leccherà i baffi (di D’Alema) tentando di approfittare di una crisi a cui daranno un nome e un cognome. E tutti i dissidenti di sinistra denunceranno il dato, invero preoccupante, di un elettorato tradizionale che alla sinistra ha voltato le spalle rifugiandosi nell’astensione (ancora l’Emilia ne detiene non a caso il record). E tutti guarderanno Renzi, il quale certo non potrà, dopo le sconfitte di Roma e Torino, quella al referendum del 4 dicembre e la débacle alle comunali, far finta che non sia successo niente.

Mauro Del Bue
Mauro Del Bue
More Posts

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.