Home » Nazionale

L’allusione di Santagata, l’illusione di Renzi

18 gennaio 2018 186 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

In un’intervista pubblicata su Repubblica Giulio Santagata, uno dei tre leader della lista Insieme, risponde non si capisce se a un invito o a un desiderio del Pd affinchè non venga presentata la nostra lista in cambio di un’offerta, forse più appetitosa, di collegi uninominali per i suoi candidati. Non si comprende se questa idea sia stata lanciata anche agli altri due partner del centro-sinistra, e cioè a quella dei centristi e di Bonino-Tabacci, qualora la tempestosa e altalenante Emma e l’ex democristiano Bruno decidessero di collocarsi nella coalizione. Se insomma il Pd, forse per frenare la caduta dei consensi che pare progressiva secondo i sondaggi, intende non più concorrere con la sua lista, ma con una lista di coalizione, comprendente anche le due o tre alleate.

Vorremmo capire. E se Santagata conosce le cose magari potrebbe spiegarle meglio. Nella sua intervista il leader prodiano é molto netto. Egli assicura che la lista Insieme deve essere presentata e che il Pd da solo non rappresenta tutta l’area del centro-sinistra. E pare convinto di quel che dice quando sostiene che la lista Insieme può raggiungere il tre per cento. Facciamo due conti. E’ ben noto anche ai sassi che in Italia più liste portano più voti. Ed é altrettanto ben noto che le unificazioni, anche quando sono il frutto di convergenze ideali, penso a quella socialista del 1966, sono destinate al fallimento.

Non é solo una questione di numeri, e sarebbe miope che il Pd si accontentasse, travestendosi in un altro soggetto politico, di raggranellare uno o due punti in più, annullando una coalizione che potrebbe conquistare maggiori consensi. Certo il Pd é oggi alle prese con mille problemi, non da ultimo quello delle candidature. Basti pensare che alla Camera, senza premio di maggioranza, i suoi eletti rischiano di risultare la metà. Esiste anche, io credo, un problema politico. Davvero l’apporto dei socialisti, dei verdi, dei prodiani, potrebbe essere annullato e pagato solo con qualche collegio? No dai. Credo proprio che Santagata abbia capito male…

Eppure oggi quasi tutti i giornali tornano sull’argomento. E attribuiscono l’intenzione allo stesso Renzi, che non ha mai fatto mistero di tenere “in gran dispitto” le alleanze. Un conto sono le alleanze come scelta politica, altro conto sono gli alleati. Se Renzi ritiene di sbarazzarsi della lista Insieme per poter far lievitare la percentuale della sua é fuori di testa. Davvero pensa che gli elettori socialisti, verdi e prodiani, in mancanza dela lista, sarebbero pronti, insieme, a votare Pd dopo tale sgarbo? No. Penso proprio che i giornalisti abbiano capito male…

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.