Home » Nazionale

Dibbanalità

24 Giugno 2019 115 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

E’ stato trattato come un patrimonio calcistico. Cone un talento da preservare, magari cedendolo in prestito per farsi le ossa. Così Di Battista, fronte un po’ troppo bassa per esprimere acume, mentre i Cinque stelle sceglievano di sporcarsi le mani entrando nella stanza dei bottoni, é stato mandato all’estero dalla Casaleggio srl. Lui doveva stare anche fisicamente il più lontano possibile dal potere romano e farsi poi trovare incontaminato e pronto nel caso l’esperimento di Di Maio fosse fallito. Così Dibba si é messo a viaggiare scrivendo un libro coi soldi della Mondadori, cioè dell’odiato Berlusconi. Ma si sa, quando il fine é chiaro, i mezzi possono essere quel che sono. L’importante é poi urlare a squarciagola Onestà.

Ha la fronte troppo bassa Dibba per essere un leader. A me sembra più un piazzaiolo, un urlatore da mercato, un gaudente post politico. Non gli darei troppa importanza. Al suo paragone perfino Di Maio acquista relativo credito. Quello che non comprendo é la sorpresa. Ma non era tutto chiaro? Non aveva deciso cosi mamma Casaleggio? Se Di Maio fallisce arriva Di Battista che intanto gira al largo, anche in America latina, non era questa la decisione? Di Maio non lo sapeva? Non gliel’avevano riferito? Solo che Dibba adesso ha anche parlato facendo incavolare Di Maio. Comodo accusare quel poveretto che ha portato i Cinque stelle dal 32 al 17%, comodo aizzare i militanti contro Salvini.

Bisognerebbe però che qualcuno spiegasse a questo genio della politica urlata che cosi facendo e sbraitando fa esattamente il gioco di Salvini. Lo ha capito o no la Casaleggio? Assumersi la responsabilità della rottura é quel che sogna il capitano della Lega che ha un solo problema. E cioè andare al voto senza trovarsi additato come colui che per ragioni elettorali porta il paese a nuove elezioni. Non aveva pensato a Di Battista che gli viene a fagiolo. Se fossi nella Casaleggio lo rimanderei subito in giro per il mondo. Dubito però che la Mondadori gli pagherebbe viaggio, vitto e alloggio.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.