Home » Nazionale

Da Bad Godesberg al Papete

4 Agosto 2019 138 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Ci sono tanti luoghi ricordati per importanti eventi storico-politici: Teano, dove Garibaldi e Vittorio Emanuele Ii si “dieder la mano”, Waterloo dove Napoleone conobbe la sua definitiva sconfitta, Caporetto dove l’esercito italiano subì una tragica disfatta ad opera delle truppe austro-germaniche nel corso della prima guerra mondiale, Pralognan dove tentarono di iniziare il difficile e travagliato percorso dell’unificazione socialists Nenni e Saragat, Bad Godesberg dove la socialdemocrazia tedesca prese le distanze dal marxismo, Epinay dove si riunirono nel Psf mitterandisno le sparse membra socialiste in Francia nel 1971, e potrei continuare. Oggu abbiamo il Papete, dove mister Salvini dalla spiaggia adriatica manda i suoi messaggi politici tra un bagno al mare e uno di folla. Tra selfie e improvvisandosi dj. I tempi son cambiati certo. Ma mai ci era capitato di rintracciare un sito di un qualsiasi ministro degli Interni su facebook (si chiama Vinci Salvini) dove se rispondi correttamente hai diritto a una tua foto diffusa in rete, ma i più fortunati, che verranno sorteggiati, anche a una chiacchierata telefonica con Salvini, i vincitori settimanali poi sorteggiati, potranno addirittura vedere il Mattei di persona e forse avranno anche diritto a toccarlo e coloro che si classificheranno ai primissimi posti, se di sesso femminile…. dipende dalla giovanissima figliola di Verdini. Anche D’Annunzio pare si concedesse ai suoi estimatori dal Vittoriale dischiudendo una finestrella e mormorando: “Beati coloro che videro il volto del poeta”. Eppure tra D’Annunzio e Salvini c’é la differenza che intercorre tra il Vittoriale e il Papete, non solo dal punto di vista cultural architettonico, ma anche semantico. Il Papete é ormai il quartier generale della prima forza politica italiana, tutto si svolge in quel luogo dal vago sapore oriental fancazzista, tra oli e abbronzanti, pedalò e straniere che sculettano. Chi si é dimenticato di Ferrini, personaggio di Quelli della notte di Arbore, che interpretava la parte del comunista romagnolo? Ci sarà anche lui al Papete con la sua Cesenautica trasferito, dal mito dell’Unione sovietica, a quello di Salvini, magari via Putin?

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.