Home » Nazionale

Virologi e zanzare

14 Novembre 2020 101 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

La recente nomina di Matteo Bassetti, direttore della clinica malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, da parte dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali come coordinatore nazionale dei pazienti Covid, ha destato una vera e propria levata di scudi. Quella di Bassetti é una responsabilità conquistata sul campo. Matteo Bassetti, 50 anni, genovese, laureato in Medicina e Chirurgia nel 1995, e abilitato alla professione dal 1996, si é poi specializzato in Malattie infettive e ha diretto a Udine la clinica Malattie infettive dell’Asl di quella città, ottenendo anche la cattedra all’università friulana, prima di conquistare quella della sua città di origine nonché la docenza presso l’università di Genova. Ma Bassetti si deve oggi scontrare con un gruppo di agguerriti contestatori, generalmente medici di base, contrari alla sua recente nomina, i quali hanno lanciato una sfida attraverso una lettera al Ministro della Sanità nella quale si valuta il Covid come “la più significativa emergenza sanitaria dell’ultimo secolo”. Si riferisce al 2000 o al 1900? Perché la Spagnola… Ma lasciamo perdere. Il motivo? La sua impostazione del caso Covid, e le sue posizioni tese a raccontare sempre la verità sulla percentuale di malati che devono ricorrere alle cure ospedaliere, il 4%, sull’opportunità o meno di taluni lockdown, contrario sempre al terrorismo catastrofista. Suo avversario giurato il dottor Crisanti che vaticina un futuro nero, che non crede al vaccino di Pfiffer e nemmeno a quello di Oxford, che pronostica un virus che durerà fino a non si sa quando e proteso a chiuderci tutti in casa e per molto tempo e che, proprio oggi, pronostica un numero di morti sempre maggiore. Un visionario, una Cassandra o un virologo che la vede lunga? Bassetti su Crisanti é lapidario: “Con lui non polemizzo. Non è un medico”. Crisanti non é un medico? Cerchiamo di capire. Allora andiamo a leggere le dichiarazioni di un altro illustre virologo, il professor Giorgio Palù, professore di Neuroscienze all’Università di Filadelfia e presidente della Società europea di virologia. Palù ha testualmente dichiarato: “Crisanti é un mio allievo. Nel senso che accademicamente l’ho chiamato io da Londra. Non é un virologo. Non ha mai pubblicato un lavoro di virologia. E’ un esperto di zanzare”. Stentiamo a crederlo. Naturalmente non mettiamo in discussione la preparazione di Crisanti “esperto di zanzare”, che non sarebbe “nemmeno un medico”, anche se nella sua biografia, per la verità, figura una laurea in Medicina a Chirurgia conseguita a La Sapienza. Ci limitiamo solo a pregarlo di non lanciare messaggi di nero pessimismo sul decorso del virus. Gli italiani sono già sufficientemente sconsolati e privi ormai di fiducia nel futuro. E a differenza delle zanzare possono morire anche per improvvisi blocchi cardiocircolatori…

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.