Home » Nazionale

I vaccini e i diritti

2 Aprile 2021 112 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Non voglio criminalizzare Scanzi perché bisognerebbe approfondire bene l’accaduto prima di emettere sentenze alla… Scanzi e alla Travaglio. Resta una grave responsabilità del governo Conte. Quella di avere autorizzato intere categorie al vaccino, sostituendole alle fasce d’età più a rischio. Se oggi, su oltre 9 milioni di vaccinati solo 2 milioni sono gli ultra ottantenni che hanno ricevuto la prima dose, il 48%, e meno di un milione, il 23% , quelli che hanno ricevuto anche la seconda, é perché sono state accolte supposte esigenze plurime e tutt’altro che verificabili. In questi ultimi giorni la campagna vaccinale ha avuto finalmente un’accelerazione. Fino a ieri sono stati vaccinati 9 milioni e 658.927 persone, Di queste, 3.037.122 riguardano le persone che hanno ricevuto due dosi, risultando dunque immunizzate. Ancora troppo poche, ma se prima la campagna vaccinale era ferma o quasi adesso si toccano le 200mila vaccinazioni al giorno e dal 15 aprile, quando arriveranno anche i vaccini della Johnson e Johnson, oltre alle nuove dosi degli altri vaccini già autorizzati, si potrà arrivare a toccare quota 500mila al giorno, come fissato dal generale Figliuolo. Il governo ha opportunamente approvato un decreto per rendere obbligatorio il vaccino a tutto il personale sanitario, ma occorre resistere alle pressioni delle varie lobby. Chissà perché tra queste si distingue quella dei magistrati. Sono in pericolo di vita come i medici degli ospedali? No di certo. Hanno a che fare nei processi col pubblico? Non certo di più di un portiere d’albergo, di un commesso in un negozio di abbigliamento, di un proprietario di una tabaccheria, di una barista. Eppure la lobby dei magistrati, e non è certo la sola, si é subito fatta avanti. Nei giorni scors l’Anm, che dopo il caso Palamara, dovrebbe essere sciolta perché associazione a delinquere, ha addirittura emesso un comunicati in cui pretende la vaccinazione preventiva o altrimenti minaccia di rallentare i processi. Che sono già i più lenti del mondo. Il Fatto quotidiano, che glissa sugli eventuali favoritismi riservati a Scanzi, non dice nulla su questa reiterata pretesa-minaccia delle toghe. D’altronde é il loro giornale. Meglio voltarsi dall’altra parte….

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.