Home » Reggio Emilia

La Giunta di Reggio non ascolta?

12 Ottobre 2021 225 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Ho deciso di accogliere l’invito del presidente della società sportiva Beriv Ivan Bertocchi e del consigliere comunale Dario Lucia di illustrare la mozione relativa all’antenna che si intende situare in via Terrachini. E assieme a Barbara, capofila di un apposito comitato di cittadini che ha raccolto 500 firme, ho varcato dopo molti anni, e tra una certa sorpresa dei presenti, l’ingresso della Sala del tricolore. Mi ha convinto, oltre al fatto di essere diventato, a mia insaputa, consigliere della Beriv, l’impostazione della mozione che non chiedeva la rinuncia alla nuova installazione, ma solo un’adeguata consultazione che non c’é stata, nonché la motivazione del luogo scelto: lo striminzito  parcheggio della stessa Beriv a cui vengono tolti due posti auto. Le risposte, spesso gentili, dei consiglieri di maggioranza e della stessa assessora Bonvicini non hanno dato delucidazioni convincenti. Riepilogo. I tempi sarebbero stretti. Ma la giunta ha avuto 4 mesi per convocare un incontro coi cittadini e non lo ha fatto. Il parere dell’ASL circa la non nocività dell’impianto. Ma questo parere è stato tenuto custodito negli uffici comunali e non illustrato ai cittadini e non si capisce perchè. La proposta (misteriosa) di una compensazione nel caso la Beriv avesse accolto l’impianto all’interno dell’area sportiva. Un impianto del genere all’interno di un’area dove si gioca a tennis e ad altro non costituirebbe certo una soluzione ottimale (un consigliere ha avuto l’ardire di affermare che é meglio installarla con chi é presente poche ore al giorno piuttosto che davanti ad abitazioni occupate per 24 ore). Ma questa proposta di compensazione pare non sia mai arrivata agli interessati. Cioè agli organi della società sportiva. Concludo. Non mi era mai capitato di vedere bocciata una proposta di cittadini che chiedevano in sostanza di essere informati. Ho appartenuto a uno stile di fare politica che considerava questa esigenza un diritto inalienabile. Oltretutto anche quando un partito da solo deteneva la maggioranza assoluta si è sempre cercato nelle decisioni più rilevanti di coinvolgere sia i cittadini (convincendoli magari in lunghe e faticose riunioni della bontà.delle proposte) sia le forze di opposizione. Ho toccato con mano ieri che la politica é davvero cambiata. Ma non in meglio. Almeno io credo.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.