Home » Nazionale

Trump: in galera?

6 Aprile 2023 155 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

E’ il giorno di Donald Trump. Il tycoon è arrivato ieri a Manatthan direttamente dalla Florida per essere incriminato dal giudice Juan Merchan. E’ il primo presidente degli Stati Uniti a finire sotto processo penale e i suoi avvocati hanno ottenuto solo che non lo si interroghi ammanettato. I capi d’imputazione sono ben 34, ma della maggior parte di essi non se ne conosce il contenuto. Primeggia, in un’America ancora segnata da finto moralismo, il caso della pornostar Stormy Daniels che Trump avrebbe pagato per il suo silenzio sulla loro relazione. Gli Usa scivolano sempre in uno scandalo a sfondo sessuale per rendere più appetitoso un caso politico o giudiziario. Come se questo fosse necessario per amplificarlo e renderlo appetitoso per tutti. Tra gli gli altri capi di imputaziond pare figuri il reato di falsificazione di documenti aziendali. Gli sarà anche contestato il ruolo avuto nell’attacco al Congresso americano promosso dai suoi elettori? Quella invasione del.Parlamento anch’essa anomala nella storia americana, aveva tutte le caratteristiche di un colpo di stato in stile Far West. Con gente variopinta e stregoni improvvisati, ma che ha fatto quattro morti e diversi feriti. Davanti al palazzo di giustizia anche oggi stazionano i suoi supporter con volti segnati e cappellacci al vento. Trump annuncia che la giustizia negli Usa è finita. E accusa i suoi avversari di volerlo in galera perché questi ultimi avrebbero paura di perdere le prossime elezioni per la Casa bianca e mostra sondaggi che lo danno vincente. Chiede che il processo non si celebri a New York ma a Staten Islan perché giudica di parte la giuria di New York. Un solo commento. Non sempre quando la giustizia mette le mani sulla politica ottiene i risultati sperati. Non vorrei che questa chiamata a giudizio dell’ex presidente, in un mondo e in un’America che ormai hanno perso certezze e anche equilibrio, finissero per rafforzare l’incriminato. Trentaquattro capi d’imputazione sono veramente tantissimi. Non era piu credibile accusarlo solamente d’essere stato il mandante di un atto di provocatoria insubordinazione contro lo stato e la democrazia americana? Accusa che, se provata avrebbe meritato questa sì la galera.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.