« Nazionale

Calenda e il bibitaro

No, non mi piacciono le offese di Calenda a Di Maio che sull’Ucraina ha mantenuto la barra dritta e ha fatto la scissione dei Cinque stelle rinunciando a molte parole d’ordine del passato. Dargli del bibitaro lo ritengo anche vagamente classista, frutto di un’arroganza aristocratica che penalizza molte idee di Calenda pienamente condivisibili. In politica, me lo ha insegnato il vecchio Nenni, si fa polemica politica e non personale. Il bibitaro è un mestiere come un altro. E a volte più dignitoso di quanto non sia una chiamata in Confindustria…

16 Settembre 2022 No Comments 78 views

« Nazionale

Globalizzazione adieu?
Tra le conseguenze dell’aggressione russa all’Ucraina svetta su tutte la formazione di un potenziale bipolarismo politico ed economico. Il faccia a faccia tra Putine e Xi jinping, svolto a Samarcanda in occasione della Shanghai cooperation organization e in attesa del XX congresso del Partito comunista cinese che dovrà confermare i vertici del governo e le sue linee essenziali, sia pur accentuando le distanze dei due sull’intervento armato a Kiev, ha sostanzialmente promosso la nuova alleanza.

Read the full story »

15 Settembre 2022 No Comments 80 views

« Nazionale

Il reddito elettorale
Non ci vuol molto a capirlo. L’avanzata dei Cinque stelle, rispetto ai sondaggi di qualche giorno addietro, é dovuta principalmente al reddito di cittadinanza. Ne usufruiscono 2 milioni e mezzo di persone (che ne abbiano tutte realmente bisogno é lecito dubitare), che vuol dire 7-8milioni di voti potenziali, se pensiamo alle famiglie di chi lo percepisce (mamma, papà, parenti vari). Non a caso Conte é stato salutato in Sicilia come “papà del reddito”.

Read the full story »

10 Settembre 2022 No Comments 118 views

« Nazionale

L’applausometro di Cernobbio
Cernobbio é sempre stato un banco di prova. Lì si riunisce il gotha dell’imprenditoria italiana che ha il vezzo di far l’esame ai politici e dar loro le pagelle. Quasi mai a Cernobbio si certificano le fortune di un partito o di un leader. Il ricordo scivola su Berlusconi, più volte scomunicato. Da ricordare il suo famoso litigio con Della Valle che lo attaccò duramente senza impedirgli poi il successo elettorale.

Read the full story »

10 Settembre 2022 No Comments 74 views

« Nazionale

Sergio Moroni, trent’anni fa
Un uomo piccolo, ma grande per rigore e coerenza, il 2 settembre del 1992, si sparò nella sua cantina esplodendosi un colpo di fucile alla gola. Si chiamava Sergio Moroni. Era un dirigente e deputato del Psi di Brescia. Era stato raggiunto da un paio di avvisi di garanzia per finanziamento illecito al suo partito.

Read the full story »

1 Settembre 2022 No Comments 95 views

« Nazionale

La svolta di Gorbaciov

Gorbaciov ha cambiato la storia o la storia ha cambiato lui? Cosa sarebbe stato il 1989 senza Gorbaciov e cosa sarebbe stato Gorbaciov senza il 1989? Potevano reggere ancora quei sistemi comunisti autoritari e chiusi in loro stessi con economie allo sfascio e con quelle specie di marionette infagottate che sovraintendevano a una serie di ricorrenze e celebrazioni, anche dopo che si erano sfaldati i regimi fascisti? Read the full story »

1 Settembre 2022 No Comments 101 views

« Nazionale

A tutto gas…

Il ritmo vertiginoso dell’informazione induce spesso a dimenticare e a cambiare opinione. Questo non fa parte della mia naturale vocazione. E, ne sono convinto, non della nostra. Dunque: 1) Non ho cambiato idea sulle ragioni e sui torti della guerra in Ucraina. E’ una guerra di invasione e la comunità democratica deve stare dalla parte degli oppressi e contro gli oppressori. 2) Dobbiamo pagarne un costo? Lo pagheremo. Ma ho netta l’impressione che sul prezzo del gas al mercato di Amsterdam in molti speculino e scommettano al rialzo. Bisognerebbe che l’Europa intervenisse subito fissando il prezzo massimo e di fatto sganciandolo dalle speculazioni. Read the full story »

27 Agosto 2022 No Comments 123 views