Home » Reggio Emilia

Aiuto: da 3 a 0 a 4 a 5, i miei granata sono impazziti ai play off

1 giugno 2009 446 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Mai visto una partita così. Dopo mezz’ora Reggiana brasilera  e avanti di 3 gol nel play off per la B contro i tigrotti  della Pro Patria. Sembra fatta. Alessi, piedino magico, che ondeggia in area e colpisce freddo nell’angolo, Maschio, di testa, su imbeccata di Padoin che raddoppia e Ingari, detto anche Ingarinovic, che triplica ciondolando. Il pubblico entusiasta, anche se non numerosissimo (5.300 pagantie non i 10mila promessi) esulta e imbandiera lo stadio. Uno vicino a me urla nel mio orecchio: “Una Reggiana così io non l’ho vista da mai”. Poi il patatrac. Uno-due della Pro a fine primo tempo e nel secondo i nostri, spaventati, subiscono il pareggio e il 4 a 3 per i bustocchi scatenati. La nostra difesa con solo due centrali e un altro (Padonin, bravo a centrocampo) che dietro sembra handicappato, alza bandiera bianca. Ci riprendiamo e impattiamo sul 4 a 4 con la zuccata del biondo Stefani. Poi al novantesimo un errore a centrocampo, i loro avanti, Toledo e Do Prado e altro extracomunitario che sembra una tigre sul pallone che si divincola ancheggiando e il nostro portierino che gli vola addosso. Rigore ineccepibile e 5 a 4  per loro. Partita bella? Mica per noi che torniamo a casa delusi e sconcertati. E che fatichiamo perfino a prendere sonno. Si era sul 3 a 0 e abbiamo perso la partita. Meriteremmo il tapiro d’oro. O il premio al festival degli incompresi. Il calcio è bello quando è così? Si, ma solo quando alla fine si vince, come in quella gara tra Reggiana e Cosenza del dicembre del 1990. Perdevamo noi 3 a 0 nel primo tempo e vincemmo 7 a 4. Che gioia…ma mica per i calabresi.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.