Home » Nazionale

Io, più appasionato di calcio, soffro molto per il basket

9 Marzo 2009 469 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Ieri sono stato al Palasport come mi capita quasi tutte le domeniche. E ho sofferto molto per l’ennesima sconfitta della nostra Trenkwalder. Contro l’Enel Brindisi è arrivata la sesta sconfitta, intervallata dal solo successo di Roseto, dell’era Tramagli. E la sconfitta è stata bruciante, per alcuni aspetti avvilente. Si parla dell’esonero inopportuno di Marcelletti, quando la squadra era seconda in classifica, con mezza squadra in infermeria e senza i nuovi innesti. Si parla degli errori della campagna estiva. Si parla della sfortuna maledetta che ci ha prima privato del grande talento di Melli e poi del generoso e prezioso apporto sotto i canestri di Infante. E soprattutto si parla di un pubblico, anche ieri superiore alle 3mila unità, caso abbastanza raro per la Legadue, che è sfollato deluso, frastornato e preoccupato. Sì perchè la serie B è a sole quattro lunghezze e domenica prossima, se non si dovesse vincere a Scafati, si potrebbe rischiare addirittura la retrocessione con una squadra allestita per la promozione in serie A. Ciò che mi addolora è il fatto che questa è una società sana, ricca, generosa, intelligente. Un modello per il basket e anche per gli altri sport. Una società che fino a poco tempo fa faceva gola anche al calcio. E invece la Reggiana calcio è al vertice del suo campionato e la Reggiana basket rischia addirittura la retrocessione in serie B. Mai come ora è giusto che tutti gli sportivi reggiani si stringano attorno alla squadra e alla società. Il futuro del basket è più importante delle polemiche. E Landi e Paterlini meritano fiducia, apprezzamento e affetto.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.