Home » Reggio Emilia

Locchiosureggio: “C’è una casa rossa che…”

4 novembre 2009 597 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Provate a viaggiare sulla nuova tangenziale sud di Reggio da San Pellegrino a via Gattalupa. E volgete lo sguardo a sinistra. Troverete insediamenti abitativi a getto continuo, con case e condomini cresciuti come i funghi senza un minimo di coerenza. Case a cupola, case a schiera, basse e incassate, case a girello, con fantasie cromatiche, case tozze e senza anima, senza vita, case chiuse (ma non le avevano abolite?). E poi, nel bel mezzo, una casa rosso sangue. Come a testimoniare che quella è la casa. La casa come punto di riferimento. Quella che ti attira. Insinuante. La rossa come una scossa. Esilarante. Chi vi abiterà? Forse un nostalgico dell’ideologia un tempo egemone a Reggio? O un tifoso della Ferrari?

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.