Home » Nazionale

Ieri c’era Catone il censore, adesso c’è Catone da Pescara

11 dicembre 2010 794 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Un tempo, eravamo nell’antica Roma, i Catoni famosi erano due: Catone il Censore e Catone l’Uticense. Hanno fatto la storia col loro coraggio e le loro virtù. Adesso, nella nuova Roma della cosiddetta seconda Repubblica, pare che la sorte del governo sia affidata a un nuovo Catone:  Giampiero da Pescara, già democristiano, poi Udc e ancora Dc di Rotondi e adesso Futuro e libertà, ma subito dissidente. E’ anche simpatico, e tutt’altro che stupido. L’ho conosciuto bene. Ma è incostante. Non riesce per natura a stare fermo. Pensare che il governo sia nelle sue mani mi fa venire i brividi. “Mani bucate”, direbbe Sergio Endrigo.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.