Home » Nazionale

Da Berlusconi a Celentano

20 Giugno 2011 736 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Prima c’era lui, il vate sorridente e suadente, accattivante. Un cantante. Adesso c’è lui, un molleggiato semi analfabeta, che quando parla in tivù non si capisce mai bene cosa voglia dire, tanto che è l’unico al mondo che viene apprezzato per le sue pause. Un cantante. in mezzo un urlatore da dargli due tavor alla volta. Suda, si agita, offende tutti. Un comico. E il povero Bersani che per farsi apprezzare deve diventare Crozza. Meno male che Di Pietro dice che non sarà come prima. Diventerà un altro. Un vecchio andreottiano? L’unico che mi senbra continui a ragionare è Casini. Eccezione che va incoraggiata.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.