Home » Nazionale

Le cose che non capisco

25 Agosto 2011 1.050 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Io non capisco, non capisco perchè la Cgil abbia proclamato uno sciopero preventivo contro una manovra che è ancora tutta da discutere e che alla fine sarà diversa, ma non capisco nemmeno un governo dove ognuno dice la sua, dove la Lega non vuole toccare le pensioni, ma vuole ridare i soldi agli enti locali, dove Brunetta, il nano di Venezia, invece vorrebbe fare il contrario, e dove il segretario del Pdl (sarà stata l’aria del meeting di Cielle ) dice che la manovra non è il vangelo. Non capisco il Pd, che non può dire che lo sciopero della Cgil è giusto per non irritare Uil e Cisl, ma non può dire nemmeno che è sbagliato per non irritare la Cgil. E così come fece su Pomigliano e Mirafiori se ne sta zitto e parla come se fosse il papa, con appelli e auspici. E non capisco l’Udc che ritiene più equo toccare le pensioni che chiedere una mano a chi denuncia di più. E’ vero che chi denuncia di più non è detto che abbia di più, ma certamente non ha di meno. E se uno denuncia 100mila euro perde 300 euro, mica una follia. E se uno denuncia un milione di euro…Bè se uno denuncia un milione di euro, non è ceto medio, caro Casini. Non capisco perchè un magistrato che ottiene l’aspettativa per andare alla Corte o in altro organismo costituzionale debba prendere due stipendi e magari due pensioni e nessuno gridi allo scandalo. Gli italiani si scandalizzano solo per i parlamentari? E non capisco perchè per tutta l’estate dobbiamo leggere della Pellegrini e di Magnini, dei loro baci veri o supposti, attuali o retrodatati, chiedendoci anche dove mai sia Aznhi, miisteriosa località russa dove pare la gente viva nell’oro. Non capisco i calciatori che vorrebbero scioperare. Ma non si vergognano? Non vorrebbero pagare la tassa di solidarietà? Io la manterrei proprio per loro. Non capisco perchè Di Natale non gioca in Nazionale, perchè Masiello quel piatto non l’ha tirato a Balotelli, perchè per il futuro della Libia dovremmo aver fiducia degli ex ministri di Gheddafi che l’hanno tradito sul più bello. Non capisco perchè vogliano abolire le provincie, però meno qualcuna, perchè Formigoni porta camicie hawaiane e Tremonti (ma ce l’ha una moglie, una flglia…) la pensi al contrario di Bossi e gli sia così amico. Secondo Crosetto gli serve uno psichiatra. Non capisco Di Pietro che prima vuole il dialogo con Berlusconi e poi lo paragona a Gheddafi e dice che occorre dargli un salvacondotto. Ma quando arrivo a Di Pietro mi fermo perchè non capisco proprio gli italiani.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.