Home » Nazionale

Caro Monti, ma chi ti sei scelto…

9 febbraio 2015 674 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Quel che mi risulta difficile da capire è se ci credono davvero. È cioè se i dissenzienti che sono entrati nel Pd o quelli che hanno celebrato il loro congresso pensano davvero di avere un futuro senza Monti che li ha creati. Senza l’ex premier che col suo nome ha dato origine alla lista che ha poi ottenuto il dieci per cento, dove sarebbe mai ora la signora Borletti Buitoni, dal doppio cognome assai famoso, dove sarebbe la ministra Giannini o il buon neo segretario del partito montiano senza Monti, certo Zanetti, occhialini da professore di scuola media e modi grintosi improvvisati sul tipo “Gliela faremo pagare”, ma non si sa come, quando e a chi. Solo Ichino, Dalla Vedova e la Lanzillota avevano un discreto cursus honorum politico. Gli altri sono parvenu e forse per questo non capiscono. Ho ascoltato Mario Monti a “Otto e mezzo” l’altra sera e mi è sembrato un gigante. Per conoscenza dei meccanismi europei e della situazione economia. Un gentil uomo che parla a voce bassa in perfetto italiano senza urlare mai perché non ne ha bisogno per convincerti. L’unica toppa é stata la valutazione sui risultati politici di Scelta civica. Se non ci fosse stata, ha confidato il professore, non ci sarebbero stati Napolitano, Letta e Renzi. Non ha fatto bene i conti. Quelli economici sono una cosa quelli politici un’altra. E purtroppo per lui é dimostrato dalla fine del suo partito…

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.