Home » Nazionale

Totò, Bartali e Bersani

21 ottobre 2015 546 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Quello a cui non andava bene nulla era proprio fiorentino, come il nostro. Si chiamava Gino Bartali. Aveva vinto tre Giri e due Tour, l’ultimo, quello del 1948, dicevano avesse addirittura impedito la rivoluzione dopo l’attentato a Togliatti. A Besançon Ginettaccio aveva umiliato il francese Bobet. Poi, una volta ritiratosi e divenuto anche commentatore televisivo, era solito ripetere: “Gli è tutto sbagliato, tutto da rifare”. Perché Renzi non abbia paragonato Bersani a Bartali, ma a Totò, per la questione dell’ “a prescindere”, è piuttosto comprensibile. Mai equipararlo a un fiorentino. Già esiste il caso Verdini, aggiungere anche il caso Bartali avrebbe rischiato di generare una reazione anche della Casata dei Medici, dopo che quella dei Della Valle è già passata coi ghibellini rivali. Lotti deve averglielo sconsigliato. Anche perché Bartali era un campione, Totò solo un comico. Come Bersani?

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.