Home » Nazionale, Reggio Emilia

Clamoroso al Pratonieri: la lady di ferro non è la Masini, ma la Carbognani che ribalta tutto e si aggiudica la vice con Borghi presidente

13 agosto 2009 690 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Chi pensava che la Masini fosse la dama di ferro, una sorta di Tatcher reggiana che dopo aver deciso di formare una Giunta a sei, facendo tutto di testa sua, dopo aver deciso di licenziare un numero di dirigenti, di indicare due rappresentanti per la Manodori senza consultare il suo partito, adesso era anche sul punto di vincere ancora, con Leonida Grisendi alla presidenza della Fondazione, non s’era accorto di un’altra donna. Il suo nome è Cristina Carbognani, imprenditrice di successo e da poco presidente dell’Api. Cristina si è messa di traverso con la sua rappresentante, la giovane Prampolini, che dopo avere garantito appoggio all’accoppiata Grisendi-Vezzani si è improvvisamente sfilata e ha trattato e ottenuto per lei la vice presidenza in cambio del sostegno a Borghi. Così è avvenuto il colpaccio. Colpo di ferragosto, colpo basso che ha messo off side Comune e Provincia, che dopo i lunghi litigi, parevano aver trovato un accordo sul nome di Grisendi accoppiato a Vezzani. Niente da fare. Con una piroetta degna di una trapezzista, Cristina ha lanciato la Prampolini direttamnete nell’altro trapezio, e sotto non c’era la rete, poi coi polsi fermi ha fiondato se stessa con gli altri che l’attendevano. S’era accorta di essere determinante in un caso e nell’altro, sei contro sei e lei con la sua donna in mezzo, settima per gli uni e per gli altri, determinantissima. Allora ha messo il turbo ed è uscita a sorpresa l’abbinata vincente Borghi-Carbognani, con la Prampolini che lascia il posto al suo autorevole mandante. Un’abbinata imprenditoriale, confindustrial-apista. Quasi provocatoria, con il rappresentante del vescovo (il vescovo conte?) a tifare per loro e così quella del volontariato. Entrambi a benedire gli industriali contro, che si mettono d’accordo per sconfiggere Comune e Provincia. Le polemiche saranno inevitabili. Ma quelle si spengono, i due posti oggi conseguiti invece durano negli anni. Borghi presidente e Carbognani vice. E buone vacanze a tutti…

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.