Home » Nazionale

E oggi Calderoli vorrebbe eliminare anche il 1 maggio

19 febbraio 2011 809 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Mi pare che qualcuno abbia decisamente perso la testa. Il ministro Calderoli, dunque non un cittadino qualsiasi, in un’intervista rilasciata oggi a un quotidiano di tiratura nazionale, affernma che, fosse per lui, abolirebbe anche la festa del primo maggio, festa del lavoro in tutto il mondo. Si tratta di una conquista del socialismo europeo ed internazionale, che testimoniò la volontà del movimento dei lavoratori di protestare contro un eccidio di operai avvenuto nel 1886 a Chicago e che in Italia non può che ricordare anche un altro barbaro eccidio: quello del 1 maggio del 1947 a Portella della Ginestra. La conquista della festività di questa giornata costò molte lotte e vittime. E alla fine del 1800 anche a Reggio essa venne più volte celebrata dai socialisti riformisti sotto il controllo della polizia e senza autorizzazione, nella solitudine e nella clandestinità. Solo il fascismo l’abolì, ma anche durante il fascismo non erano pochi coloro che in silenzio la celebravano tanto che, dopo al Liberazione, essa divenne occasione per mobilitazioni di massa davvero uniche e celebrazioni commoventi ed entusiaste. Ne ricordo tante a anche a Reggio coi lavoratori in via Emilia a cantare compatti gli inni al lavoro. Calderoli lo sa? Ne dubito. Ma sarebbe opportuno che un miniistro della Repubblica ne avesse coscienza. Gli eviterebbe sbandamenti pericolosi e affermazioni irresponsabili. A meno che Calderoli conosca assai bene la storia (ne dubito) e allora sarebbe davvero anche peggio.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.