Home » Nazionale

Un’altra Costituente socialista?

21 aprile 2014 16.485 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Leggo che il vecchio e stimato compagno Giorgio Ruffolo si è fatto promotore di una nuova costituente socialista e che tra le firme di adesione ci sarebbero quelle di ex Psi come Tamburrano, di ex Pci come Salvi, di comunisti come Nicola Tranfaglia, deputato per il Pdci dal 2006 al 2008, di Elio Veltri, gia dipietrista e poi in netto urto con il piemme milanese. Niente di male, ci mancherebbe. Obietto due cosettine, piccole piccole. Quando noi lanciammo la Costituente socialista nel 2007 nessuno di coloro che oggi ne vorrebbero fare un’altra vi aderì. Forse, se non sbaglio, il solo Tamburrano, che ha attraversato più o meno con noi il deserto di questo ventennio. Pazienza.

Però sarebbe indispensabile che coloro che vogliono lanciare in Italia un progetto socialista almeno si rendessero conto che un partito, per quanto di dimensioni ridotte, se si vuole in periodica sofferenza, e anche tenuto in piedi con sacrifici notevoli, esiste già. Ed è esistito anche quando i fondatori del supposto partito di domani militavano, come Ruffolo, in altri schieramenti e da questi avevano ottenuto anche importanti e gratificanti incarichi. La seconda riguarda l’albero genealogico dei fondatori. Si richiamano a Turati, a Lombardi, a Pertini. E affermano di disconoscere Craxi, non si capisce se anche Nenni, aggiungendo anche che “craxiani e craxini” non avranno diritto di militanza nel futuro partito.

Eppure coloro che, come Ruffolo e Tamburrano, provengono dal Psi non avevano prima disconosciuto tale coabitazione. Tanto che nel PSI di Craxi, assieme a “craxiani e craxini,” Ruffolo era anche una delle espressioni più alte, ministro dei governo Goria, De Mita e Andreotti, deputato per una legislatura e senatore per tre, parlamentare europeo, sempre durante la “nefasta” fase di Craxi e in un partito ove pullulavano “craxiani e craxini”. Pazienza ancora. Da ultimo l’appello rivolto sia a Tsipras sia a Schulze, come se fossero la stessa cosa, per appoggiare una petizione contro la finanza. Non c’era già un partito così, e cioè Sel? Che bisogno c’era di una costituente per fondarne uno simile?

 

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.