Home » Nazionale, Reggio Emilia

La socialista Rita Moriconi assolta

15 dicembre 2017 651 views One CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Lo devo scrivere. Questa inchiesta sulle cosiddette “spese pazze” dei consiglieri regionali è stata una follia. Si è scatenata, come a seguito della formazione del Pool Mani Pulite, una azione politica della Magistratura, dopo il deprecabile caso Fiorito nel Lazio, contro i consiglieri regionali, senza differenza alcuna sui singoli comportamenti. L’inchiesta non è stata prodotta dall’esistenza di notizie di reato, ma dalla spasmodica ricerca di reati a tutto raggio. Ne sono usciti generalmente puliti la stragrande parte dei consiglieri emiliano-romagnoli inquisiti e accusati del reato di peculato. Tra questi la consigliera socialista Rita Moriconi, che per tre anni ha dovuto subire un’indegna campagna diffamatoria per l’acquisto di un sexy toy mai acquistato da lei, ma da un funzionario della regione per un goliardico omaggio. Lo scambio di persona ha prodotto effetti micidiali e Rita ha subito ingiurie e squallide illazioni quasi quotidianamente assieme a una campagna di stampa a luci rosse. Oggi tutto è stato definitivamente chiarito di fronte al tribunale che ha assolto Rita da ogni accusa. Rita Moriconi ha perso, a causa di questa inchiesta, qualsiasi possibilità di ricandidatura, ha dovuto abbandonare il posto di lavoro al Consorzio cooperativo di produzione e lavoro di Reggio Emilia, ha lasciato ogni incarico politico. Penso che tutti i socialisti dell’Emilia Romagna debbano rivolgerle sentimenti di solidarietà e di vivo apprezzamento. e magari, qualcuno anche le proprie scuse. Penso che anche i cittadini dell’Emilia-Romagna debbano essere coscienti oggi di avere eletto nel passato quinquennio una persona onesta, seria e perbene.

One Comment »

  • mario villani said:

    Mi dispiace per Rita Moriconi

    Sono stato il più giovane segretario di sezione, come appartenente al psi
    e anche anagraficamente, non fui inquisito, ma fui accusato da alcuni compagni di rubare al partito, come avrei fatto a rubare, non riesco a capirlo visto che non avevo il cotrollo della cassa.
    Però durante il mio mandato di segretario ho avuto l’opportunità di stringere la mano a molti socialisti, come Sandro Pertini, Fernando Santi, Giulio Ferrarini, l’ultimo incontro con Giulio, fu alla camera di commercio giugno 2006, mi volle vicino, durante un incontro con camere di commercio dell’est
    Avrei Tanti ricordi da raccontare, di personaggi incotrati, da Waldo Spini a Claudio Martelli, Non mi dilungo e Vi AUGURO BUON ANNO mario villani

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.