Home » Nazionale

Il nodo avviluppato

17 Novembre 2018 328 views No CommentStampa questo articolo Stampa questo articolo

Mica é facile risolvere la questione Brexit in salsa irlandese. Nella sua Ceerentola Rossini si esalta col celebre coro: “Questo è un nodo avviluppato” cui ben si attaglia quello irlandese dopo la Brexit. Come é ovvio i confini della Gran Bretagna dovranno essere ripristinati per le persone e le merci. Ma se un confine con la terra ferma ë segnato dal mare, ce n’é uno che spacca un’isola. E’ quella irlandese, tuttora divisa tra Irlanda con capitale Dublino, indipendente da circa cento anni, e Irlanda del Nord, che ha acquisito una sua autonomia dopo anni di lotte cruente tra indipendentisti cattolici e unionisti protestanti, ma che ancora é collocata nel Regno Unito. L’Irlanda resta in Europa, quella del Nord esce con la Brexit. E dunque dopo avere abbattuto tutti i confini tra Nord e Sud si dovrebbe tornare a erigerne uno proprio all’interno della stessa area nazionale. Con tanti saluti per l’autonomia, l’indipendenza e l’unione irlandese. Questo é quel che non vuole il governo britannico e che ovviamente non vogliono l’Irlanda e i nordisti autonomisti. L’altra idea, suggerita da Bruxelles, é quella di uniformare Nord e Sud al mercato comune, di fatto distaccando l’intera Irlanda dal governo di Londra, e questo non possono accettare né gli unionisti irlandesi né il governo centrale. Intanto, dopo l’ipotesi di accordo di Teresa May proprio i ministri irlandesi e quelli che si occupavano di Irlanda hanno sbattuto la porta. Valli a capire i brexisti. Potevano mica pensarci prima? Recita un vecchio proverbio irlandese: “Che tu possa arrivare in paradiso mezz’ora prima che il diavolo si sia accorto che sei morto”. Stavolta pare arrivato prima lui.

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.